Faeries in the Arthurian Landscape

Articolo segnalatomi dall’autore, che ringrazio

deadbutdreaming

The faeries who appear in the Arthurian mythos are a distinctive breed; ontologically different from the entities that most often surface in folklore. They usually have specific roles to fulfil, catering to the literate classes who were consuming the stories. But the genesis of the faeries in the Arthurian landscape is deeply rooted in an embedded folk belief-system, developed from a Celtic oral tradition, which informs many of the motifs within the legends. This article is a brief overview of a very complex subject, serving as an introduction for any readers who may be inclined to delve deeper. A version of the article appeared originally on the Ancient Origins Premium website.

The Development of the Arthurian Mythos

When Geoffrey of Monmouth produced his Historia Regum Britannia and Vita Merlini between 1135 and 1150, he became the central transmitter of the Arthurian mythos; from a largely oral testimony to a written…

View original post 2.358 altre parole

Annunci

Talking about the Faeries

Thank you! I’ll listen on YouTube with much curiosity

deadbutdreaming

I was recently invited on to Charles Christian‘s Weird Tales Radio Show to discuss some aspects of the faeries. The links are below, and the interview begins at 05.14. What did we talk about?

  • Morgan le Fay and Arthuriana
  • The origins of the faeries
  • Altered states of consciousness and the faeries
  • Are they supposed to have wings?
  • Elves vs Faeries
  • Faerie or Fairy?
  • Brian Froud, Alan Lee and The Lord of the Rings film (where I forgot the name of the director Peter Jackson!)
  • The Fairy Investigation Society and modern faerie encounters
  • Syd Barrett

Download at Paranormal UK Radio Network

Stream at Weird Tales Radio Show, episode #15

Stream at Weird Tales Radio Show You Tube channel

Thanks to Charles for inviting me on to the show.

Faery Princess by Brian Froud-2 From Brian Froud and Alan Lee’s “Faeries”

View original post

Estrazione di sei rune

Un altro metodo, molto simile questo a quello che utilizzo io per le letture della linea temporale.

il sentiero delle rune

Oggi si studia:

Le rune disposte secondo la linea orizzontale ci danno un quadro del percorso che conduce al nostro destino:la prima runa rappresenta il passato, la seconda il presente e la terza il futuro.

Le rune disposte in verticale rappresentano il libero arbitrio e la nostra libera scelta: la runa  quattro rappresenta le influenze esterne  di eventi che possono agire nella condizione della persona, la runa numero cinque ci indica le conseguenze di queste influenze, la sesta runa indica l’andamento e l’ evoluzione della situazione in relazione alla domanda.

View original post

La Croce Runica

Un bello schema a sei Rune che non conoscevo.

il sentiero delle rune

runes_5

Ispirata ai Tarocchi, questa disposizione richiede la scelta di sei Rune , sistemate secondo lo schema della Croce Runica o Celtica.

La prima Runa rappresenta il passato, il luogo dal quale provenite , ciò che si trova direttamente dietro di voi. La seconda Runa rappresenta voi ora . La terza è la Runa del futuro, esprime ciò che si apre davanti a voi, ciò che sta per accadere.  La quarta Runa indica l’ origine dell’ argomento preso in considerazione , gli elementi del subconscio e le forze originarie coinvolte. La quinta Runa indica la natura degli ostacoli che incontrerete sul vostro cammnino. La sesta Runa indica la nuova situazione  che si determinerà appena avrete superato con successo gli ostacoli che vi si opponevano.

View original post

Hagal

Un articolo molto interessante su Hagal o Hagalaz per celebrare l’apertura del Portale 9:9. Non contiene in sé tutta l’energia della Runa e i suoi significati, ma una grande parte sì.
N.B. l’Albero Yggdrasil è capovolto, come il Dio Odino che ci si è appeso a testa in giù per ricevere il Dono

il sentiero delle rune

hagal

Hagal è la prima runa del secondo aett , e contemporaneamente la nona runa, la sacra cifra del mondo spirituale nella tradizione nordica. Nove è il numero della perfezione e dell’interezza, simbolizza l’universo, i nove mondi di Yggdrasil, “la forza del tre per tre”. La carta di Hermann Haindl per Hagal raffigura la runa sotto forma di una radice di mandragola. Le radici di questa mitica mandragola simbolizzano le sei direzioni dello spazio. Al centro della radice si trova una punta di diamante esagonale, che rappresenta l’ origine centrale dell’esistenza. Qui Hagal è come le radici dell’albero del mondo Yggdrasil, sotto alle quali – secondo la leggenda – gnomi ed elfi vivono lavorando e giocando. Gli elfi o le fate – che incarnano il sublime e lo spirituale- sono dotati di ali; al contrario gli gnomi della terra, che rappresentano il mondo arduo e materiale, ne sono privi. Analogamente gli…

View original post 1.872 altre parole