Il Risveglio della Forza

No, non sto parlando dell’ultimo film della saga di Star Wars (anche se è carino, e se vi piace il genere ve lo consiglio). Sto parlando del mio Compleanno Galattico, avvenuto ieri, 22 marzo 2016 (il mio Compleanno Gregoriano invece cade il 13 ottobre, e nel 2015 era 11 Ben). Non ho scritto nulla ieri perché sull’onda energetica ho deciso di andare a Dharma Gym dopo mesi per svegliare un po’ il serpente addormentato e sono tornata tardi. Poi ho avuto problemi con il modem, è tutta sera che salta la connessione… Sto navigando con la chiavetta… Comunque eccomi qua. Ci sarà sicuramente qualcuno lì fuori nato il mio stesso giorno, ed ecco cosa dicono i Maya Galattici a proposito. È in inglese, ma nei prossimi giorni, internet permettendo, ve lo traduco.

Red Lunar Skywalker

 photo image.jpg1_5.jpg

Tone 2: Lunar – Relationships & Polarity

Red Skywalker is your Conscious Self – who you are and who you are becoming.

Red Skywalker is the skywalker, the time/space traveller who can jump dimensions to assist you in realizing heaven on Earth. Red Skywalker is unlimited in form but often chooses the form of the angelic messenger.

A person who embodies cosmic wisdom may be known as a sky-walker, sage or bodhisattva. When others see such light in human form, they feel the vibration of heaven. This vibration may be embodied by you or experienced with a guru, master, an energy such as Red Skywalker, or in a ‘chance’ encounter with an extraordinary person.

An encounter with the energy of Red Skywalker can spark a deep yearning within you for reunion with the Source. Yet from this place of love and compassion, you also have a desire (embodied in physical form) to serve the light. This is the place in you that has the courage to fully express unconditional love, the depths of your being. Red Skywalker asks you to live the new myth by bringing this heaven to Earth in your daily life. As this reality is lived, it touches and awakens the same truth in others: “They kingdom come, Thy will be done, on Earth as it is in heaven.”

Red Skywalker represents balance in your life – not static balance, but a dynamic equilibrium that includes both your present expression and your starseeded self. In Red Skywalker’s star-glyph you see that the pillars of heaven don’t appear to touch the Earth. You are the element that appears to be missing in the star-glyph. You are the one whose expression of the light assists in drawing the pillars of heaven to Earth.

Joining these pillars in yourself can be viewed as reuniting your male and female aspects. Together, in balance, we create the pillars of the etheric temples of heaven on Earth.

The natural state of every system moves toward balance that is fluid and free, as in dance. That balance is experienced differently by each person, but it often brings a sense of steadiness or centeredness even in the midst of movement and change. When you are dancing, you can use your very state of imbalance to create the fluidity of the dance.

Red Serpent is your Higher Self & Guide.

“I am the flint and tinder of the sacred fire,” reads the meditation for Red Serpent. In the Great Mystery, flint and tinder represent the instinctive combustion that initiates movement in the physical body toward union with Spirit. When flint and tinder are brought together, the spark of divinity awakens and ignites the fire of your essence. Red Serpent invites the purifying spark of the sacred fire, the kundalini, to align and integrate your body, mind and spirit. Red Serpent can help you uncover apparent blockages in specific chakras to clear an align them. If you are working on a process of purification, invite Red Serpent to assist you.
Red Serpent’s symbol is the serpent, representing healing and wholeness.

This Mayan medicine can remove toxins, rejuvenate and transform dis-ease. Red Serpent is also known by the Maya as the kultanlilni, or kundalini, the energy that moves up from the base of the spine and out through the crown chakra. There are two aspects of this force, the ida and the pingala, representing its male and female polarities. One of the ancient secrets of Red Serpent is the activation of higher states of consciousness through balancing these two polarities so that they dance within us as one. Another metaphor for this serpent energy comes from the Mayan words luk umen tun ben can, or “those absorbed by the serpent of the sacred knowledge.” When the seven chakras are fully activated, one experiences an enlightened state.

Red Serpent represents the basic structural apparatus of your motivations, instincts, desires, and your innate movement toward wholeness. Red Serpent asks you to shed the skin of your past and step into the fires of alchemical transmutation. In this, rebirth is revealed. This desire is an innate response encoded in the depths of your being.

With the energy of Red Serpent, you learn to use the innate intelligence of the body. In this culture you may have become separated from this wisdom. It works like this: when you suppress and ignore your issues, your body receives and retains the unconscious metaphors of that which is ignored. This may be expressed through physical symptoms that bring your unconscious issues to conscious awareness. When this happens, work toward a more conscious relatonship with your body – and work with the physical metaphors in order to heal yourself on all levels.

The body has a specific kind of consciousness through which messages are clearly delivered. In fact, the body itself is a living metaphor that mirrors your mind, emotions and spirit. However, the body also remembers all it has experienced, and consequently holds the consciousness of the past within it, including past wounds and traumas. In healing these, remember the innocence of your body. Treat it with love and respect. Open yourself to be aware of its messages and metaphors rather than storing them. Be willing to look at the positive intent beneath any symptoms or physical process your body is using to communicate. Explore whatever it may be asking you to see.

In this alignment process, you can use images or energies that come to you in meditation or dreams. Journey through your body to catalyze and explore any sensations, colors, shapes, or images. In these times we have a profound opportunity to transcend both our physical and our spiritual genetics. The body’s integration provides an unparalleled opportunity for personal evolution. Learn to expand and utilize your senses to access your body’s wisdom and vitality. Don’t ‘think’ about it; simply allow your body to sense intuitively the solutions necessary for change and growth.

Red Serpent also represents the connection between powerful physical/ecstatic experiences and the light of higher consciousness. This is an initiation of awakening through the body and senses, rather than in negation of them. As Jose Arguelles says in The Mayan Factor, “Like the Maya, we shall understand that the path to the stars is through the senses.” Within the body are held the keys to fully awakening our consciousness. This deeper understanding is expressed in tantric practices, where spirituality and sexuality are integrated and honoured as a means to enlightenment. Red Serpent represents the integration of mind, body and spirit.

Use the body as a tool for transformation. Learn how to use passion and the senses as a means of access and alignment to higher consciousness. Follow your gut-level intuitions and instincts to make choices in the moment.

Be willing to look at issues you have concerning intimacy and sexuality. Make sure that you are not separated from the dance of passion that is in union with your divine nature. Sense your deeper desire for union and intimacy. Red Serpent calls on you to awaken your vitality, body wisdom, and passion for life.

Red Serpent is associated with the sacred tools of the drum and the rattle. Drums and rattles can break down old patterns or bring energy into alignment.

Yellow Star is your Subconscious Self and Hidden Helper.

You are a starseed! You contain a holographic ‘seed packet’ of your evolution into the Mind of Light and the energy that directs you toward wholeness. This resonance offers an expanded view of the larger self and new ways of perceiving reality. Through self-acceptance, you are gifted with this journey. Yellow Star is ignition, like a cosmic milkweed explosion of resonant sparks. It is the launching pad from which you can hear the rumble of the rocket of your accelerated evolution.

The energy of Yellow Star may be experienced as a gentle rocking that becoes a floating and spiraling sensation, ending in a rush of feeling as you move into expanded reality. This sensation has been described as gently cascading fireworks, shimmering burst on the tapesty of Creation. Cascade into this unchartged perspective. Flow on the cosmic winds wherever Divinity directs, arching back to this reality wth a new experience of self.

Yellow Star’s starseeded gift is the revelation of the harmony that unites all things. Instead of just aspiring to be harmonious, become harmony. Practice harmony not just as an abstraction, but as a living reality. This practice blends different energies, thoughts, people, and processes. Act on intuitive guidance as to what to combine and when. As you begin to follow your heart, you will know the feeling of being on the return path to the stars.

Yellow Star offers you the ability to hold a greatly expanded focus, a unity of awareness that encompasses aspects of the larger constellation of self. An example of this would be a simultaneous awarenss of the desires of the existential self and the truth of the Essence Self. This star harmony encompasses the greatly enlarged perspective of your starseeded self, the part within you that holds the potential of your greatest destiny.

Unlike the preceding 7 tones, which were seperate and distinct, Yellow Star begins a more complex harmonic series as it completes the preceding octave. On a spiritual level, Yellow Star begins the development of higher being. The fundamental tones that occur in this series are of a more expanded frequency than those of the preceding seven tones. In this new octave, there is alignment in the harmonies of Earth and the harmonies of the stars that are now being sounded on Earth. Yellow Star is the first in a series of star harmonies that evoke accelerated growth of the starseed potential within you.

Blue Night represents your Challenge and Gift. With maturity and awareness this challenge will turn into a Focus. This is what you desire to learn in this lifetime.

One indication of the shadow of Blue Night is being lost in self, being too inward and subjective. Some experience this subjectivity as depression. Yet from this place you can learn to face and free your deepest fears. Instead of resisting this process, embrace it, garnering its wisdom. Go deep inside and discover the positive intent that is held in your experience. What is it trying to show you that you have not been willing to look at? If you can go through your ‘stuckness’, you can find unexpected insights and gifts in the apparent darkness.

A great opportunity for looking within can also be found in recognizing how you judge and evaluate yourself. Self-judgement impairs access toyour own intrinsic wisdom. Judgement of how you ‘should’ be affects your process. Perhaps your conditioned beliefs have become harsh tools of comparison and classification. To “be” is not a specific goal; being is simply the innocence that is regained through acceptance of self.

Freed from judgement and labels, your journey naturally opens to growth. It is OK to make “mistakes” along your way. From life, you have created the “house” you live in and from which you see the world. Now is the time to go within and reveal your essence, to break the bonds of the old structures. In this process, it is only natural to feel vulnerable. You are breaking up the blockages and barriers around the heart of self. You are creating a new “home” in Essence Self, a sanctuary within the serenity of innocence.

Self-judgment also intensifies issues of self-worth and feelings of separation. You are intrinsically worthy. Become aware of anything that suggests you are not worthy to receive all that you desire. Self-judgment can seriously hamper your evolution. Love yourself. Remember: beliefs that are ready to be transformed show you the way through their shadows. Be willing to follow your process into seeming darkness and discomfort, to find the gifts being offered there. Blue Night can help to show you that apparent enclosures and limitations are only opportunities to learn.

Blue Night may also signal an unconscious fear of change, from deep core issues to the fear of life’s lessons. A unique opportunity beckons and transformation awaits; where the illusions of fear have been separated from consciousness, the gifts of integration and wholeness are found. What appears to be contraction into self will eventually bring you full circle, like the in-yang symbol, into a more fluid and expanded state. Going deep within, Blue Night teaches you its greatest truth: what is contained in darkness holds the greatest potential for light.

White World-Bridger is your Compliment – something that comes naturally to you.

In this life-time you are being asked to release and surrender. Surrender is the opposite of giving up. It is freeing yourself from the desire to be in control, letting go of how you think things should be. Surrender is freedom. You are being invited to release yourself from the bondage of preconceived action, to let everything be all right as it is, so that you can live a more inspired life in the moment!

You are being asked to take action in the process of surrender and release. You are requested to die a symbolic death, to surrender your limiting beliefs. Symbolic death unveils the self by cutting away the outgrown parts of yourself that no longer serve you. In such death, ego structures fall away to reveal the garden of the true self. Look for new ways of being, new people, new ideas, and new directions that will move into the vacuum created through surrender and release. Like yeast, surrender enlivens and empowers you to experience more of life’s fullness.

Holding on to past patterns and grievances only limits the possibilities. Forgive yourself. Forgive others. Let go. Surrender whatever limits you. Face whatever you are resisting. In the experience of any loss, it is never too late to complete. Through your willingness to walk in the dark forest, insights and revelations will naturally emerge.

Accept the truth of your present situation. Through accepting what is, you are free to go forward. Change and growth become easier and more natural. Each experience in this enlivened state of surrender allows for more joy.

Your Tone is Tone 2 – Lunar

Loom of reality, sacred twins, cooperation, relationship, polarity of male and female, duality.

Two is the ray of polarity: the sacred twins, smoky mirror and the clear reflection, all things in relationship. Polarity is the loom on which reality is strung, the magnetic dance of universal forces. Within the mirror of polarity, you will find the many faces of illusion, as well as ultimate freedom from illusion.

Polarity reveals your conflicts, struggles, and the apparent separation created by your beliefs in duality. Examine your attractions and aversions. Discover the loom of reality that is intricately woven in relationship. Utilize the teachings that are held in the number two. Polarized positions actually work in cooperative alliance. In cooperation, all polarities serve as backgrounds for full appreciation of one another and the whole.

Also examine the polarity of male and female within yourself. Explore your divine feminine and masculine aspects. Look for the gifts within your relationships. Invesitage the polarities within them, and explore the natural lines of force and growth they create. Remember, polarity is the pulse of Universal Source!

***

These excerpts were taken from the book, “The Mayan Oracle – Return Path to the Stars” by Ariel Spilsbury & Michael Bryner.

Articolo originale Qui

Ostara bisestile

Oggi è Ostara, la festa Wiccan che celebra l’Equinozio di Primavera dedicata alla Dea Eostra. Di solito cade il 21 marzo, ma quest’anno è bisestile, quindi il Sole entra nel Segno Zodiacale dell’Ariete il giorno 20 marzo, esattamente alle ore 5:31 di mattina.

Per il significato della festività vi rimando qui: Felice Oestara!

In questo post invece vorrei analizzare l’energia che porta questo strano Equinozio Bisestile, che numerologicamente è un 5 e non un 6.

Ecco il grafico con gli aspetti completi e i pianetini.
 photo 45d234cd-66d8-4c47-98b4-6a5f2a327bd2.png

Lo so, non ho ancora terminato l’analisi del grafico della luna nuova di febbraio e non ho neanche iniziato quella della luna nuova di marzo, ma questo mi è stato chiesto da Elena… E io questo devo fare.

La Primavera nasce con un mistico Ascendente nel femminile, acquatico e sognante Segno Zodiacale dei Pesci, governato da Nettuno. È una buona giornata per celebrare, o meglio lo sarebbe stata, perché la Giornata del Risveglio che era stata organizzata da Antonella e Elena non si farà. Se il tempo è bello come promette magari andrò al parco, anche se celebrare da sola e in compagnia non è la stessa cosa…

Come diceva nell’articolo linkato all’inizio la mia omonima Morgana Strega delle Mele, l’Equinozio rappresenta un punto di Unione. Il giorno e la notte sono perfettamente uguali, e quindi il maschile e il femminile sono in equilibrio (o almeno dovrebbero esserlo). Il Segno Zodiacale dell’Ariete che qui inizia è un Segno di Fuoco, maschile, dominato da Marte, tradizionalmente Dio della Guerra. Il pianeta Marte però come abbiamo visto a Fonte di Luce lo scorso anno lavorando con il Cristallo Agata Corniola è molto di più di questo, e i suoi abitanti erano e sono tuttora esseri pacifici. Marte è azione, energia, passione, vitalità, irruenza. Marte è il Pianeta Rosso, quindi è legato al Metallo Ferro e a tutte le pietre a base Ferro, al Primo Punto Luce e alle pietre rosse, mogano e arancio scuro (come la Corniola di cui parlavo sopra, la cui Parola Chiave è Azione). Doreen Virtue nel suo libro Angel Astrology associa al Segno dell’Ariete l’Arcangelo Ariel, il cui nome significa Leone o Leonessa di Dio. Il suo dominio è la Natura e gli Esseri Elementali e la sua Sephirah è Malkuth (Il Regno), che divide con l’Arcangelo Sandalphon. Il Coro di pertinenza della Sephirah secondo la Cabala classica è quello degli Angeli Umani sul Pianeta Terra. Ariel invece si occupa più che altro degli animali, e secondariamente delle piante (che non hanno Angeli custodi, ma Deva e Fate). Va da sé che Marte invece è associato alla Sephirah Geburah (Forza) il cui Arcangelo ora è Chamuel, tradizionalmente rosa iridescente (o meglio Magenta). Il nome originale ebraico però è Camael o Samael, e il suo colore è il rosso. Il suo ruolo è importantissimo, perché Geburah contiene in sé la porta di Ferro che chiude l’accesso al mondo Infero degli Angeli Caduti… A proposito di Angeli e Arcangeli Caduti, devo fare una correzione all’amica Doreen, che nel suo libro appena uscito in italiano ABC degli Arcangeli (che non ho, ma ho letto la presentazione sul Giardino dei Libri) dice che il nome originario di Lucifero era Samael. Non è vero: l’Arcangelo si chiama Eliel. Quando sarà possibile recensire il libro, lo scriverò anche lì, per amore di verità.

Il Sole in Ariete è in Esaltazione: è un Fuoco che non solo illumina, ma brucia tutto. Come un proverbiale Attila, dove passa un Ariete spesso non cresce più l’erba. Il bello è che non se ne accorge neanche, preso dalla sua foga fanciullesca… E ovviamente, non lo fa apposta. L’Ariete puro è senza malizia, come un bimbo piccolo. Il Segno è in analogia con la Prima Casa, che parte dall’Ascendente, considerato come il momento in cui il bambino emette il suo primo vagito. L’Ascendente è il segno in cui transita il Sole al momento della nascita. Questa Primavera nasce prima dell’alba, quando la luce ancora non ha iniziato a fare capolino. Prima ancora dell’aurora… Quando ancora fuori è buio… Il Sole è in Prima Casa, una Prima Casa enorme e affollatissima. Questa bimba non è sola, e nonostante abbia già circa un mese di vita (è nata con il transito del Sole all’inizio del Segno dei Pesci, infatti è già un bel po’ che di giorno la temperatura non è propriamente invernale) non ha nessuna intenzione di uscire dalla culla ed esplorare il mondo esterno… Chi glielo fa fare? La notte è ancora fredda, e a casa con lei ci sono fratelli, sorelle, la tata, gli angeli e persino le sue altre vite che le fanno compagnia… Tutti del Segno dei Pesci per di più, che si sacrifica per amore… Per amore di questa bimba viziata e pigra… L’Ascendente Pesci infatti rende gli individui sognatori, dolci e romantici, ma anche persi in un mondo tutto loro, e terribilmente pigri. La Primavera non è una persona, ma si comporta come tale, a volte… Quindi sarà molto capricciosa.

-segue-

 

Il Raggio Oro Rubino e i suoi derivati

Ieri sera l’incontro a Fonte è stato a scatola chiusa. La stessa Elena ha confessato che fino alle otto di sera non aveva alcuna idea di quale sarebbe stato l’argomento. Data la Luna Nuova in Pesci, pensavo che si completasse l’attivazione di Larimar, già iniziata la scorsa settimana (presto tradurrò l’articolo del libro, intanto potete leggere diverse info in questo post, La Pietra Delfino di Jemanja). Armata di Sirene, Delfini, Unicorni, Rune (di Ematite, pietra uscita nella mia lettura personale delle Carte degli Alleati di Cristallo – a proposito, è da dicembre che mi escono solo cristalli di Terra e di Fuoco), Oracolo Wiccan e Tarocchi della Dea, mi aspettavo di lavorare con un’energia femminile, sia pure magari un po’ problematica (non si sa mai cosa può portare una Luna Nuova…). E invece, a sorpresa, è arrivato Uriel. Sì, sto parlando dell’Arcangelo Uriel. L’Arcangelo sconosciuto alla maggior parte dei Cristiani e pure degli Ebrei (i primi ne riconoscono solo tre, Michele, Raffaele e Gabriele, i secondi per lo più dieci o undici, i governatori delle Sephiroth, e Uriel non c’è). L’Arcangelo conosciutissimo invece dai mussulmani, perché insieme ad Azrael (governatore di Daath, la Sephirah nascosta) è citato più volte nel Corano. Uriel significa Fuoco di Dio. Uriel governa il Pianeta Urano e quindi il Segno dell’Acquario. Il Fuoco di Uriel non brucia fisicamente, ma illumina fortemente, tanto che a volte l’Arcangelo è chiamato Luce Interiore. È un fuoco rosso e oro, come quello che ben conosciamo nel mondo fisico. Elena ha iniziato a descrivere quello che vedeva, e poi ci ha detto che era Uriel. Dal momento che la sua energia è essenzialmente il Fuoco Cristico, la Metafisica (e la Teosofia prima) lo ha giustamente associato al Sesto Raggio, in origine Rosso e dall’ingresso in massa nella Nuova Era dei Bambini Cristallo (fra il 1999 e il 2000) diventato Oro Rubino. Il Raggio Oro Rubino, Sesto nell’ordine, è un Raggio composito. Le sue qualità base sono Giallo Oro, Saggezza e Conoscenza, e Rosa Iridescente, Amore e Intelligenza Creativa. Unendosi formano il Raggio forse più fisico, insieme al Verde, il Raggio della Scienza e della Guarigione (che però è più legato intrinsecamente a Madre Natura che agli esseri umani). Il Raggio Oro Rubino porta gli attributi di Passione, Coraggio, Forza Vitale, Abbondanza, Prosperità, Pace, Servizio Divino. È legato ai pianeti Marte, Giove e Sole, ai segni di Fuoco (Ariete, Leone e Sagittario) e al Segno della Vergine, la cui qualità principale è il Servizio. I Punti Luce o Chakra connessi sono il primo, il secondo e il terzo. I cristalli in connessione sono Granato (tutte le varietà, comprese quelle verdi), Rubino, Diaspro Rosso, Diaspro Mokaite e Diaspro Sanguigno o Eliotropio, Ossidiana (tranne Nobile che è celeste e Gaia Stone che è verde), Corniola, Occhio di Tigre, Occhio di Tigre Ferroso e Occhio di Bue, Eliolite o Pietra di Sole (vedi anche sotto), Opale di Fuoco (vedi anche sotto), Quarzo Cherry e Quarzo Tangerine, le varietà rosse e arancio di alcuni cristalli (Calcite, vedi anche sotto, Tormalina Elbaite, vedi anche sotto, e Zincite), oltre ad alcuni più scuri (come Quarzo Fumé e Morione e Legno Fossile), l’Ematite che propriamente appartiene al Raggio Argenteo ma vibra anche sul colore rosso e altri minerali a base Ferro (che è il metallo associato al Raggio). Ah sì dimenticavo l’Avventurina Rossa e soprattutto la sua sorella più scura, la bellissima Avventurina Lampone. Inoltre due cristalli bicolori come l’Eliotropio, cioè la Fuchsite con Rubino e la Zoisite con Rubino o Rubinzoisite.

Essendo un Raggio di pura energia espressiva e attiva, va da sé che è in gran parte orientato al maschile… Tuttavia l’Energia Cristica del Logos Solare (rappresentata in astrologia da Urano più che dal Sole) è androgina, contiene in sé cioè i principi maschile e femminile che sulla Terra si sono incarnati più volte in coppia, e nell’ultima ricorrenza storica conosciuta sono stati il Maestro Gesù, adombrato poi dell’Energia Cristica Oro (con la discesa dello Spirito Santo durante il battesimo nel Giordano, secondo i Vangeli) e la sua compagna Maria di Magdala detta Maddalena. Finché il Raggio è stato Rosso, la Coppia Cristica Divina lo ha governato equamente. Era tuttavia come detto un’energia soprattutto maschile, soprattutto per ragioni storiche. E conteneva in sé l’energia del sacrificio, tipica dell’Era dei Pesci, e fortunatamente in estinzione perché non più strettamente necessaria. Esisteva però, nell’attributo del servizio, una qualità anche femminile, che si estrinsecava nel sotto raggio fucsia. Un raggio che si è estinto però secondo i chiaroveggenti all’inizio del secolo. Un raggio portato soprattutto dalle suore e dalle missionarie, e la sua rappresentante più famosa è stata Madre Teresa di Calcutta. Il Raggio è tornato con i Bambini Cristallo… E ora si chiama Oro Magenta. In realtà esistono anche Cristalli Oro Magenta adulti, io sono una di loro, ma non sanno di esserlo. Il Raggio Oro Magenta è essenzialmente femminile, ma esistono anche individui di sesso maschile che lo portano. È legato alle energie di Venere e Urano, spesso in simbiosi, e contiene in sé originalità, amore per Madre Terra e creatività. Va da sé che gli appartenenti al Raggio spesso sono sciamani/e (anche se magari non lo sanno), artisti (musicisti, cantanti, poeti, pittori), astrologi o appassionati di mantiche (rune, tarocchi e oracoli vari). Gli adulti sono anime molto antiche legate ad Atlantide ma soprattutto a Lemuria e hanno una o più vite in culture native (indiani d’America, aborigeni australiani, indios dell’Amazzonia, hawaiani, polinesiani) o Sudamericane (Toltechi, Maya, Incas), pre romane (Celti e Cretesi, soprattutto) e a volte orientali (Giappone, Indonesia, Cina). Anche il Raggio Oro Rubino però ha queste zone di appartenenza (un po’ meno l’Oriente, dominio del Secondo Raggio Giallo Dorato), insieme a tutta l’area del Mediterraneo, quindi è un po’ difficile distinguere. I bambini Oro Magenta, alcuni già adolescenti, sono distinguibili soprattutto per la passione per le arti (anche per i cristalli, ma quelli piacciono un po’ a tutti i bambini Cristallo…) Essendo un Raggio solo parzialmente attivato, senza un Arcangelo e un Chohan (Maestro Asceso a capo del Raggio) conosciuto, le sue qualità sono ancora tutte da scoprire, persino da me che ne faccio parte, e sono ancora più difficili da concretizzare… Essendo governato da Urano, oltre che da Venere (amore e bellezza), ama spesso rompere gli schemi, anche in amore, quindi molti rappresentanti del Raggio appartengono alla comunità LGBT, specialmente quelli di loro che lavorano in campo artistico. I Cristalli del Raggio sono ancora pochi e appartengono soprattutto agli Elementi Fuoco e Terra. I più conosciuti sono la Rodonite, nella variante rosa scuro e nera, la Calcopirite nella variante fucsia e oro, il Quarzo Aura nelle sfumature fucsia e violette, la rara Fluorite Magenta e soprattutto la splendida Cobaltocalcite detta anche Afrodite. Altra pietra connessa al Raggio è la Lepidolite, sia nella sua variante tradizionale (color magenta profondo) che in quella lilla. Anche la Tormalina Elbaite Rosa, che appartiene all’Elemento Acqua, può essere indicata, soprattutto nella sua variante più intensa denominata Rubellite (Tormalina Rossa). Entrambe le pietre contengono Litio, metallo calmante molto adatto per i nervosi e ribelli Uraniani. Il Punto Luce corrispondente è il Chakra Stella della Terra, che si trova sotto i piedi ed è di colore fucsia.

Il secondo sotto Raggio del Raggio Oro Rubino è il Raggio Cupreo o Pesca. Di colore ramato, la sua energia è all’inizio della sua attivazione, e ne parlerò più diffusamente in un prossimo futuro quando ne saprò di più anche io. I cristalli associati sono quelli a base di Rame che non appartengono al suo fratello Raggio Turchese, come la Cuprite o Pirite di Rame, e tutte quelle pietre di colore rosa pesca (come la Rodocrosite, la Pietra di Luna Pesca, l’Avventurina Pesca), arancione (come la Calcite Arancio e l’Aragonite) e ramate (come l’Eliolite e l’Opale di Fuoco). Tutte pietre dell’Elemento Fuoco, tranne la Cuprite che appartiene alla Triade della Stella della Terra. Tutte pietre che per ora vibrano soprattutto sul Raggio Oro Rubino (tranne la Rodocrosite che vibra ancora sul Raggio Rosa). Il Punto Luce corrispondente è il Chakra dell’Ombelico, posto sotto il diaframma, fra il secondo e il terzo, è di colore rosa pesca (ma giallo dorato secondo il sistema a 12 chakra di Katrina Raphaell, che assegna il verde chiaro al terzo) ed è la sede dell’energia chiamata Bambino Interiore. Il pianeta è Venere, associato al Rame.

Per concludere sul Raggio Oro Rubino, il Chohan attuale è il Maestro Johannes, meglio conosciuto come l’Evangelista Giovanni. Il suo simbolo è l’Aquila, che è anche il simbolo della Tribù Solare o Famiglia dei Sananda, cui appartengono la maggior parte dei Maestri di tale fiamma. Altri animali totem della famiglia sono il felino, che sia Tigre, Leone, Pantera o Gatto (Gesù è detto anche il Leone di Giuda), e il Falco. Le divinità o Elohim più importanti associati al Raggio sono gli Egizi Horus, Hathor, Bast e Sekhmet, la Indù Lakshmi, la Cino-Giapponese Benzai Ten o Benten, la greca Tyche (Fortuna per i Romani), le tre Morrigan (Dee della Guerra) e la Triplice Brigit delle tradizioni celtiche, e le coppie che rappresentano i pianeti Venere e Marte nelle diverse religioni antiche (come gli omonimi in quella romana, e Afrodite e Ares in quella greca). La Metafisica moderna assegna al Raggio Oro Rubino un Elohim (si dovrebbe dire Eloha in realtà, dato che Elohim è plurale) chiamato Tranquillità, di cui però non ho mai sentito parlare al di fuori del loro contesto.

L’Arcangelo Uriel è rappresentato nell’Aura Soma nella bottiglia 97, che è Oro e Blu Reale ma nei Tarocchi è il Sole di Ritorno. La bottiglia del Sole, numero 19, è invece di colore Rosso e Viola, e si chiama “Vivere nel Mondo materiale”. Le qualità della 97, dal sito ufficiale dell’Aura Soma (vedi Qui per l’originale) sono “la luce della chiarezza in relazione al nostro vero scopo, e una più profonda comprensione del cuore. Lasciar andare l’idealismo utopico porta la capacità di vedere con chiarezza le nostre più remote profondità. Mano mano che l’amore sorge nelle profondità del nostro sé, possiamo sperimentare l’apertura del cuore. Uriel, che significa ‘il Fuoco o la Luce di Dio’, offre la luce dell’alchimia sul cammino del cuore. Il blu reale (o indaco) della percezione aumentata e della pace può aiutare a portare nella coscienza l’energia dorata della saggezza che circonda la stella dell’incarnazione. Oro e Blu Reale si combinano a creare il Verde Smeraldo, dandoci una radianza per tutti quelli che incontriamo e tutto ciò che facciamo”.

Elena ha descritto Uriel come un’Essere di Luce di colore Rosso e Arancio, con due mezze lune ai lati. Oltre alle carte succitate, avevo con me le Carte degli Arcangeli di Doreen Virtue (dove Uriel è presente) ma anche i Tarocchi dell’Aura Soma, che erano rimasti nella borsa. Li ho tolti, ho cercato la carta della bottiglia corrispondente a Uriel, la 97, l’ho girata per vedere l’immagine del Sole di Ritorno e…sorpresa.

 photo 8eb615cc-5ddd-4d93-a002-f10db0ef2aef.jpg

PS le bottiglie dei Maestri Gesù e Maddalena sono la 55 Chiaro/Rosso che si chiama Il Cristo e la 77 Chiaro/Magenta che si chiama Il Calice. Inoltre esiste una bottiglia tutta Rosa chiamata Lady Nada (non ricordo il numero) che però lavora sul Raggio Rosa.

Eclisse di Luna

Non sono riuscita a terminare la spiegazione della luna nuova di febbraio, ma ieri ho capito perché (avevo un transito pesante sul mio tema radix che mi bloccava) e quindi lo farò nei prossimi giorni. Stanotte intanto è stata di nuovo luna nuova, precisamente alle 2:54 del 9 marzo. Ecco il grafico con i pianetini, mancano gli aspetti degli angoli ma vi inserirò un’altra carta in link.

 photo 4fd769a3-cd9e-4632-bb7f-5d17ad945136.jpg

Carta con aspetti degli angoli ma senza pianetini. Se scorrete l’album trovate anche quella coi pianetini, non l’ho messa perché gli aspetti sono troppi e confonderebbe.

Ora devo staccare, a presto per la spiegazione.

 

 

Come scegliere un Cristallo

Prima di continuare la traduzione di Shattuckite vorrei parlarvi di un argomento che mi sta molto a cuore: come scegliere un cristallo. Vi racconterò di come li scelgo per me, e cercherò di darvi qualche consiglio su come sceglierli per voi.

Innanzi tutto vorrei chiarirvi un concetto fondamentale: siamo tutti Uno ma non siamo tutti uguali. Ogni persona incarnata e non è un’Unica onda di un grande Oceano chiamato in molti modi (il mio preferito è LuceAmore). Quindi quello che va bene per una persona può non andar bene per un’altra. Le terapie olistiche sono materia complessa e il fai da te non è consigliabile, a meno che non avete anni di esperienza, quindi nel dubbio rivolgetevi sempre a un consulente. Il secondo concetto che vorrei chiarirvi è che i cristalli non sono sassi, e non sono neanche semplici minerali. Intanto perché hanno una struttura molto più complessa dei sassi, e poi perché la maggior parte (anche se non tutti, vedi come esempio classico il conosciutissimo Diamante) sono composti di più minerali in proporzione variabile. Detto questo, vengo a chiarirvi il terzo concetto: ogni cristallo è diverso dall’altro, ogni cristallo è unico e irripetibile. Quindi vanno trattati con cura, non sono semplici oggetti che se si rompono potete sostituire, tanto in negozio ce n’è uno uguale o anche migliore. E se si rompono, chiedete loro scusa e ringraziateli per il sacrificio che hanno fatto per voi. E qui vengo al quarto concetto, forse il più importante: i cristalli sono esseri viventi. Come me e come voi. Quindi meritano come tutti noi rispetto e amore. Vivono in un’altra dimensione è vero, ma comunicano fra di loro e con Madre Terra, e anche con noi, se li sappiamo ascoltare.

Dopo questa lunga premessa, vi dirò una cosa che forse vi stupirà. Ho intitolato il post “come scegliere un cristallo” e vi ho detto che vi avrei spiegato come faccio io. In realtà è molto più complesso e più semplice nello stesso momento… Io sono un Cristallo, un Essere Multidimensionale Cristallino adulto, e nella maggior parte dei casi (se non sempre) sono i cristalli a scegliere me. Ecco perché il mio metodo può andare bene a qualcuno ma non a tutti. Però nella Nuova Energia gli Esseri Umani dovranno alla fine diventare tutti Esseri Cristallo, quindi prima o poi tornerà utile.

Per prima cosa, l’Universo mi dice che pietra devo acquistare (o se ce l’ho già, con quale pietra devo lavorare in questo periodo energetico temporale. Ma l’articolo lo sto scrivendo soprattutto per spiegarvi il metodo con cui prendo i cristalli nuovi). Ci sono diversi modi con cui me lo dice: estraendo una carta degli Alleati di Cristallo dal sito (il mazzo cartaceo purtroppo non ce l’ho più dalla scorsa estate), il link di riferimento è Gioca con noi, lavorando con un’Energia LuceStasi fisicamente, cioè con spray o olio, oppure scegliendo una carta (ognuna di esse ha un cristallo collegato, anche se per la maggior parte non sento corrispondenza e la sto riscrivendo), mentre traduco l’articolo relativo a un cristallo con cui sto lavorando (in questo modo è arrivata la Shattuckite, che non conoscevo), seguendo le energie planetarie, connettendomi ai lavori di Elena a Fonte di Luce, o semplicemente lasciando vagare lo sguardo su uno scaffale in un negozio di cristalli… E quest’ultimo è il metodo che consiglio a chi vuole lavorare con una pietra e non sa quale e non ha sotto mano un altro metodo per poter scegliere o vicino una persona che se ne intende (ogni cristallo ovviamente ha un’energia e un utilizzo diverso, sia nell’ambito della singola pietra che della specie cui appartiene che della famiglia. Esempio classico: il granato. Possiamo sceglierlo grezzo o tagliato, grande o piccolo, a ciondolo, collana, bracciale, anello… possiamo scegliere fra più esemplari, se il negozio è abbastanza fornito. Ma il granato è di diversi tipi e colori, e ognuna delle specie ha la sua composizione chimica e particolarità… A tale proposito, prima o poi devo finire di tradurlo, il granato). Quindi il primo passo è decidere cosa vogliamo acquistare, ma anche no. Il secondo passo è recarsi in un negozio, meglio se specializzato. Io non compro pietre su internet, voglio vederle di persona. Vado nel negozio, cerco la pietra, se è rara chiedo ai commessi di mostrarmi dove si trova. Poi inizio a esaminare i vari esemplari. Se posso solo guardarli, osservo colore e forma e mi metto in risonanza cercando di capire quale cristallo mi sta chiamando (lo scorso anno abbiamo avuto delle pietre attivate a Fonte di Luce nelle serate dedicate, e c’era poco tempo per sceglierle, e spesso anche poca luce). Se invece posso toccarli, li prendo fra le dita, osservo colore e struttura controluce o su una vetrina di vetro e poi li appoggio sul palmo della mano per sentirli. Chiudere gli occhi può aiutare, ma non sempre è necessario. Alcuni formicolano, altri pulsano, altri sono incredibilmente caldi o freddi, altri sono piccoli ma pesantissimi… altri ancora mi danno sensazioni in altre parti del corpo, specialmente nelle posizioni dette chakra. Altri mi provocano mal di testa o altri fastidi, e li metto subito giù. Altri infine non trasmettono assolutamente nulla. Ho visto cristalli di forme splendide ma che non volevano comunicare con me… Non era il loro momento, o non era il mio. Se più cristalli mi danno sensazioni positive o particolari, se posso li prendo tutti, altrimenti uso altri criteri (colore, perfezione, dimensione). Poi beh io ho un jolly… Si chiama Spirito Guida… E adora fare spese con me ^_^ Io vado di rado nei negozi di cristalli però. Per due motivi: il primo è che perdo la cognizione del tempo, il secondo è che il mio portafogli (o il mio bancomat, o la mia carta di credito) non ringraziano…

Aggiungo una nuova app in inglese per scegliere i cristalli, in attesa che arrivi l’Evolution Deck. Resta naturalmente valida quella in italiano Gioca con noi