Shattuckite: The Channeling Stone

Oggi sono stata dal mio naturopata, che riceve in un negozio che vende anche cristalli. Si chiama Artigianato dal Mondo e si trova a Curno, alle porte di Bergamo. Se passale da queste parti fateci un giro, è molto bello e ha anche alcune pietre rare. Una di queste l’ho scoperta solo in questi giorni, traducendo Turchese. Immaginate la mia sorpresa quando l’ho trovata su uno scaffale! Ne ho presa una a forma di piramide bidimensionale, molto bella. Vista davanti sembra una montagna verde e azzurra… Appena riesco le faccio una foto. Ecco la traduzione dell’articolo su The Book of Stones.

Shattuckite

Parole Chiave: Intuizione, Comunicazione, Canalizzazione (Channeling), Medianità, Lavoro con gli Oracoli

Elementi: Acqua, Vento

Chakra: Cuore (Quarto), Gola (Quinto), Terzo Occhio (Sesto)

Shattuckite è un minerale idrossido silicato di rame con una durezza di 3.5 sulla Scala di Mohs. Il suo sistema cristallino è ortorombico. Viene trovato nelle miniere di rame, spesso in associazione con Ajoite, Turchese, Crisocolla, Malachite e altri silicati di rame. Il suo colore varia dall’azzurro (blu chiaro) all’indaco (blu profondo), e qualche volta al verde. Uno dei suoi ambienti di crescita è fibroso, e i cristalli di Shattuckite si formano dalle fibre. Può essere trovato anche in un ambiente granulare. Il nome della Shattuckite viene dalla sua scoperta nella miniera Shattuck a Bisbee, Arizona (nel 1915, NdT). Altre località dove viene ritrovata sono in Argentina, Austria, Congo, Germania, Grecia, Namibia, Norvegia, Sudafrica e Gran Bretagna, come pure in diversi posti nel Sud-ovest degli Stati Uniti (sembra che si possa trovare anche in Italia, NdT).

Robert Simmons.

Shattuckite è una pietra di connessione ai reami interiori, che assiste nel comprendere e comunicare informazioni dallo Spirito. Shattuckite può essere utilizzata per aprire i propri canali psichici, rendendoci in grado di “sentire” i messaggi dalle guide interiori e dagli insegnanti (Spiriti Guida e Maestri, NdT) così come dagli spiriti dei trapassati (lui usa il termine “deceduti”, ma non mi piace e non piace neanche a loro, NdT). Se si desidera lavorare come medium, Shattuckite è un alleato ideale per attivare ed espandere le proprie capacità di comunicare con gli spiriti. Esso vibra nel tono della verità, cosicché può pure aiutare ad essere sicuri che la propria interpretazione dei messaggi che provengono dall’altro lato del velo sia la più accurata possibile.

Shattuckite stimola il chakra della gola, aumentando le proprie abilità nella comunicazione. È una pietra eccellente per insegnanti, oratori, ministri (del culto, NdT) e altri che usano la comunicazione verbale come abilità lavorativa principale. Come pietra di verità, è altamente raccomandata per i legislatori e i politici (magari! NdT). Sebbene possano derivarne alcuni momenti difficili, la vibrazione di verità di Shattuckite alla fine servirà sia l’individuo che quelli che lui o lei rappresenta.

Detto tutto ciò, bisogna enfatizzare il fatto che l’uso più elevato di Shattuckite è nella comunicazione della saggezza e delle informazioni dai reami superiori. Come pietra del terzo occhio e dei centri psichici, facilita sia la pratica della scrittura automatica che il channeling vocale. Aiuta il medium a trovare le parole giuste per esprimere le comunicazioni degli spiriti guida e dei maestri, che di solito arrivano sotto forma di immagini. Facilita il proprio senso di sinestesia, la capacità di traduzione sensoriale nella quale i suoni hanno colori e le visioni profumi, ecc. Questa abilità è molto utile quando si sta tentando di girare impressioni psichiche in informazioni significative sulla base delle quali si può agire.

Un altro aspetto dell’energia di Shattuckite è che può stimolare abilità mentali e intuitive che possano lavorare insieme all’unisono. Questo la rende di grande aiuto per chi studia discipline intuitive come astrologia, tarocchi, rune, I Ching e altri oracoli. Shattuckite aiuta a percepire gli schemi sottili che sottostanno alle manifestazioni esteriori di tali mantiche e a spiegare i loro significati e i potenziali futuri scenari che implicano.

Le varietà azzurre di Shattuckite enfatizzano la stimolazione del chakra della gola e la comunicazione, mentre quelle indaco si focalizzano sul terzo occhio e sull’intuizione. La maggior parte delle persone che risuonano con questa pietra vorranno usarle entrambe, e ci sono alcuni esemplari di Shattuckite che incorporano entrambe le tonalità in una singola pietra. Shattuckite lavora armoniosamente con Turchese, Crisocolla, Larimar e specialmente Ajoite per l’attivazione del chakra della gola. Per stimolare il terzo occhio, Fenacite, Lapislazzuli, Natrolite, Lazulite e Calcite Merkabite sono gli alleati più raccomandati.

Naisha Ahsian.

Shattuckite è un bellissimo e pacifico alleato che risuona con gli Elementi Acqua e Vento. È una pietra di verità sacra e di condivisione della verità sacra con gli altri attraverso le azioni, non le parole. Shattuckite è la pietra di “dare il buon esempio”. Stimola i chakra del cuore, della gola e del terzo occhio, permettendoci di modellare la propria verità per gli altri, così come condividere la conoscenza attraverso le parole. Spesso, ciò che uno fa parla volumi, mentre le parole che vengono dette vengono spesso dimenticate.

Questo alleato ci aiuta ad allinearci con la saggezza Universale, cosicché possiamo arrivare a comprendere dove la nostra vita manca di integrità. Ci aiuta amorevolmente ma fermamente a redirigere le nostre parole, pensieri, azioni e attitudini in modo che riflettano la saggezza più profonda dello Spirito. Le sue energie ci assistono nell’allineare la nostra realtà esteriore con quella interiore, sapendo cosa è buono e giusto per la nostra vita.

Shattuckite ci aiuta anche a riconoscere dove pensieri o parole giudicanti hanno nutrito l’ego e deprivato lo Spirito. Aiuta a guarire relazioni dove parole o giudizi cattivi hanno causato ferite. Insegna la responsabilità di se stessi come primo passo per la consapevolezza spirituale.

Spirituale. Shattuckite ci aiuta a comprendere dove la nostra vita è fuori allineamento dalla Verità Spirituale e ci aiuta a tornare nell’integrità. Ci aiuta a percepire amorevolmente dove c’è bisogno di correzione e realizzare il cambiamento prima di indicarci un disallineamento agli altri.

Emozionale. Shattuckite ci insegna che per poter insegnare la verità dobbiamo prima essere nella verità. Insiste a farci guardare dove le nostre parole, azioni o pensieri stanno causando discordia, invece di dare la colpa agli altri per le nostre difficoltà. È una pietra lenitiva e calmante per coloro che sono eccessivamente giudicanti, reattivi, aggressivi o irresponsabili.

Fisico. Shattuckite può aiutare a equilibrare milza, bile e acidi nel corpo.

Affermazione. Io mi rivolgo allo Spirito per Verità, Saggezza e Guida, ed esprimo chiaramente i messaggi che ricevo.

Turchese: Il Cristallo dell’Uno

Pietra sia maschile che femminile, si è attivata a Fonte di Luce solo mercoledì 10 febbraio 2016 dopo l’accensione della Fiamma Violetta, ma secondo le indicazioni arrivate la scorsa estate è la pietra dell’anno 2016. Attiva il Chakra Ananda, che si trova fra il Chakra del Cuore (Quarto nel sistema a 7, nome Sanscrito Anahata) e il Chakra della Gola (Quinto nel sistema a 7, nome Sanscrito Vishudda) ed è di colore Turchese. È la pietra principale del Raggio Turchese, uno dei Raggi Superiori, il cui Maestro principale è il Maha Chohan (Bottiglia 62 dell’Aura Soma).

Ecco la traduzione dell’articolo nel libro di Naisha a Ahsian e Robert Simmons “The Book of Stones”.

Qui invece trovate il post relativo alla Carta degli Alleati di Cristallo.

Turchese

 photo aa1301f2-c1b8-435b-9bc6-510257abd994.jpg

Parole Chiave: Integrità, Comunicazione e Espansione Spirituale

Elemento: Tempesta

Chakra: Gola (Quinto)

Turchese è un minerale fosfato di alluminio e rame con una durezza da 5 a 6 sulla Scala di Mohs. Il suo colore blu, che colpisce, è causato dal rame, e le verdeggianti sfumature del Turchese sono causate dal ferro. La sua struttura cristallina è triclina, ed è di solito composto da cristalli microscopici, che rendono la pietra opaca. Il nome Turchese (in inglese Turquoise, NdT) è derivato dal francese “pierre Turquoise”, che significa “pietra Turca”. Questo è perché le vie commerciali attraverso le quali il Turchese raggiungeva l’Europa dalle miniere in Asia centrale passavano attraverso la Turchia, e i mercanti Veneziani spesso acquistavano la pietra nei bazar Turchi.

Turchese potrebbe essere la più antica di tutte le pietre gemme. Perline datate prima del 5000 a.C. sono state ritrovate in Iraq. Gli Egizi estraevano il Turchese nel Sinai nel 3200 a.C. Attraverso la storia, il Turchese è stato modellato in gioielleria e decorazioni per una quantità di oggetti, dalle armi agli amuleti. Il Turchese è la gemma nazionale dell’Iran, ed è stata la gemma più preziosa in Tibet per molti secoli. Circa 1000 anni fa, i Nativi Americani iniziarono ad estrarre e modellare il Turchese, e la gemma è stata ritrovata in siti sepolcrali dall’Argentina al Nuovo Messico. Attualmente, i cristalli di Turchese della migliore qualità vengono dall’Iran, dall’Afghanistan, dall’Australia, dal Tibet e dalla zona sud ovest degli Stati Uniti.

Sia nelle credenze Indù che in quelle Persiane, vedere un Turchese e la Luna Nuova nello stesso istante porterebbe buona fortuna, protezione dal male e/o un aumento della ricchezza. I Navajos usavano il Turchese per chiamare la pioggia quando serviva lanciando una pietra in un fiume mentre pregavano il Dio della Pioggia. Gli Apaches pensavano che il Turchese potesse aumentare la precisione delle loro armi, e gli Zuni credevano che potesse proteggerli dai demoni. In Asia centrale, la credenza che il Turchese potesse impedire ai cavalieri di cadere portò all’uso del Turchese nella decorazione dei finimenti dei cavalli. Nelle culture dei paesi dove il Turchese viene trovato, la credenza nelle sue proprietà benefiche persiste oggigiorno.

Robert Simmons.

Turchese non è solo una pietra per trovare integrità e verità. È pure un aiuto nella comunicazione e nella manifestazione di tali qualità. Stimola e armonizza il Chakra della Gola, rendendo meno difficile e sforzato articolare e portare fuori la saggezza interiore più profonda. Indossare il Turchese può dare potere alle persone timide per condividere la loro comprensione, e può aiutarci a realizzare che, parlando dall’integrità del nostro essere, noi tutti abbiamo qualcosa di importante da dire per contribuire alla collettività.

Poiché è una pietra di integrità, il Turchese è pure benefico per il benessere globale e il dare voce a umore e emozioni. È equilibrante e induce un senso di serenità e pace. Tenere in mano o indossare un Turchese può aiutare a recuperare la vitalità esaudita e risollevare spiriti depressi. Questa pietra ha la capacità di guarire il corpo emozionale, togliere lo stress, e portare il punto focale di consapevolezza al suo proprio centro nel cuore.

Turchese insegna la saggezza della compassione e del perdono e offre l’opportunità di sperimentare l’intuizione che l’ego illuminato è identico con gentilezza e generosità. Quello che chiunque desidera veramente per se stesso, in profondità, è felicità, amore e libertà dalla limitazione e dalla paura. Attraverso il suo incremento dell’intelligenza emotiva, Turchese dimostra che quando si rilascia la propria insistenza sul concetto di “giustizia” e si vedono gli altri attraverso le lenti della compassione e del perdono, si ricevono immediatamente quei doni attraverso il proprio cuore. Così,  il gesto più generoso verso gli altri porta pure ciò che più si desidera per se stessi. Non solo… Tali azioni sono contagiose e auto rinforzanti! E il dono del Turchese di comunicare ci aiuta effettivamente a condividere tali intuizioni con gli altri.

Turchese lavora armoniosamente con Shattuckite (un idrossido silicato di rame, NdT), Ajoite (un silicato di rame, NdT), Crisocolla, Gemma Silicea (una varietà trasparente di Crisocolla, NdT), Malachite, Azzurrite e la maggior parte degli altri minerali a base rame. È in rapporto amichevole anche con tutti i tipi di Calcite, Smithsonite e Emimorfite. Larimar è un complemento quasi perfetto di Turchese per quanto riguarda il calmare e il guarire il corpo emozionale.

Naisha Ahsian.

Turchese combina le energie di Acqua, Vento, Fuoco e Terra, così contenendo il potere e l’unità dell’Elemento Tempesta. Aumenta la propria abilità di percepire i diversi aspetti del Sé e integrare quegli aspetti in un intero coeso. Man mano che ci si muove sul cammino spirituale, si può essere a volte tentati di provare a “buttare via” i tratti di sé che non appaiono essere interamente illuminati. Turchese ci ricorda che tutte le parti del Sé riflettono aspetti della Sorgente Divina. È solo attraverso l’abbracciare e l’integrare quegli aspetti che noi possiamo veramente diventare interi. Non si può avere un arcobaleno con soltanto il colore viola! C’è bisogno di abbracciare l’intero spettro della frequenza e imparare da esso, così possiamo espandere la nostra capacità di portare l’intero spettro della Luce dentro di noi.

Spirituale. Turchese rappresenta la saggezza che proviene da tutte le esperienze della vita. È un alleato Antenato, che ci consiglia che tutte le esperienze sono valide e che gli errori sono semplicemente un’altra esperienza. Turchese ci ricorda che l’integrità può arrivare solo quando vogliamo veramente abbracciare la totalità di chi siamo e di cosa abbiamo imparato sul nostro cammino terreno.

Emozionale. Turchese è una pietra per il perdono di se stessi, l’auto accettazione e il rilascio di dispiaceri inutili. Ci incoraggia a onorare noi stessi come creazione e strumento del Divino.

Fisico.  Turchese aiuta a ossigenare il sangue e aumenta l’ammontare del prana nel corpo fisico.

Affermazione. Dal mio cuore e dalla mia integrità, io parlo la mia verità con chiarezza, certezza e amore.

Naisha Ahsian e le energie planetarie

L’autrice delle splendide e purtroppo ormai fuori commercio Crystal Allies Cards sta preparando un nuovo set che uscirà la prossima estate. Nel frattempo, dal suo canale YouTube legge le energie cicliche collegate alle lunazioni. Visto che io lo sto facendo con le carte del cielo (a proposito, presto finirò quella di febbraio) ho deciso di postare i link alle sue letture. Purtroppo i video sono in inglese, ma è un inglese molto semplice, e comunque potete sempre copiarvi le carte e andare a cercare i loro significati qui sul blog. La prima lettura che vi propongo è quella annuale, eseguita durante il Solstizio d’Inverno, quindi fra il 21 e il 22 dicembre 2015. Le carte centrali valgono per tutto l’anno, le altre che pone man mano in senso orario corrispondono alle stagioni, quindi inverno, primavera, estate, autunno (le date di solstizi e equinozi sono nel video). Le carte si interpretano a coppie, dove la prima rappresenta il dono per quel periodo, e la seconda la sfida.

Naisha Ahsian Reading for The Planet – 2016

A seguire le letture mensili, aggiungerò i link man mano, mese per mese. La lettura inizia il giorno della Luna Nuova e va di settimana in settimana seguendo le fasi. Le due carte centrali rappresentano l’intero mese lunare. Anche in questo caso, la prima carta rappresenta il dono e la seconda la sfida.

Lettura del mese lunare di Gennaio 2016 – Luna Nuova in Capricorno

Lettura del mese lunare di Febbraio 2016 – Luna Nuova in Acquario

Lettura del mese lunare di Marzo 2016 – Luna Nuova in Pesci

La lettura del mese lunare di Aprile 2016 – Luna Nuova in Ariete non esiste.

Lettura del mese lunare di Maggio 2016 – Luna Nuova in Toro

La lettura del mese lunare di Giugno 2016 – Luna Nuova in Gemelli non esiste.

Se volete però potete andare a vedere le mie due letture di giugno 2016 (Heaven&Earth e Doni&Sfide) negli album di foto della pagina Facebook “Avalon l’Isola delle Mele“.

Lettura del mese lunare di Luglio 2016 – Luna Nuova in Cancro con le carte vecchie

Lettura del mese lunare di Agosto 2016 – Luna Nuova in Leone con le carte nuove

Lettura del mese lunare di Settembre 2016 – Luna Nuova in Vergine con le carte nuove

Lettura del mese lunare di Ottobre 2016 – Luna Nuova in Bilancia con le carte nuove

Lettura del mese lunare di Novembre 2016 – Luna Nuova in Scorpione con le carte nuove (effettuata il giorno 29 ottobre)

Lettura del mese lunare di Dicembre 2016 – Luna Nuova in Sagittario con le carte nuove (video pubblicato in Luna Piena)

Lettura del mese lunare di Gennaio 2017 – Luna Nuova in Capricorno con le carte nuove (video pubblicato il 1 gennaio)

Lettura del mese lunare di Febbraio 2017 – Luna Nuova in Acquario con le carte nuove

La lettura del mese lunare di Marzo 2017 – Luna Nuova in Pesci non esiste.

Se volete però potete andare a vedere le mie due letture di marzo 2017 (Heaven&Earth e Doni&Sfide) negli album di foto della pagina Facebook “Avalon l’Isola delle Mele“.

Lettura del mese lunare di Aprile 2017 – Luna Nuova in Ariete con le carte nuove

Lettura del mese lunare di Maggio 2017 – Luna Nuova in Toro con le carte nuove

Lettura del mese lunare di Giugno 2017 – Luna Nuova in Gemelli con le carte nuove

Lettura del mese lunare di Luglio 2017 – Luna Nuova in Cancro con le carte nuove

Sulla pagina di Facebook  trovate anche le mie letture (due schemi) di luglio, agosto e settembre, con le carte della vecchia edizione naturalmente.

A Ottobre e Novembre ho fatto un lavoro molto più complesso, trovate i post qui nel blog. Per Dicembre, Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio e Giugno ho caricato le carte nei loro relativi album sulla pagina, nei prossimi giorni preparerò gli articoli delle due letture (Heaven&Earth e Doni&Sfide) con le carte e le loro interpretazioni.  Ho caricato anche l’album della lettura dell’Anno 2017 con lo schema Heaven&Earth a integrazione di quella Planetaria di Naisha che trovate sopra evidenziata.

Lettura Heaven&Earth Luna Nuova della Bilancia.
Lettura Doni e Sfide Mese Lunare di Ottobre.
Lettura Heaven&Earth Luna Nuova dello Scorpione.
Lettura Doni e Sfide per la Luna Nuova dello Scorpione

(La prima lettura di Dicembre è già sulla pagina, devo solo riunirla in un articolo)

Non appena riesco vi trascriverò le carte uscite nelle letture di Naisha con i link ai relativi post nel blog.

Mi piacerebbe anche tradurre i video, ma non so come fare. Intanto buon ascolto.

Aggiornamento. Il giorno 6 maggio sono stati annunciati i beta tester delle carte nuove, e io sono stata scelta!! Attendo ulteriori info.

Sopra potete vedere in anteprima uno dei cristalli nuovi, la Chiastolite, Parola Chiave Convergenza. Qui trovate anche l’articolo tradotto.

A luglio pubblicata sulla pagina Facebook “The Crystal Allies Cards – New Edition” un’altra carta con un nuovo Alleato: l’Ambra. Lì potete vedere anche alcune delle vecchie carte con un nuovo look (per ora pubblicati i Cinque Elementi e i Cristalli Dioptasio, Rubino, Larimar, che ha ripreso il nome scientifico Pectolite Blu, e il nuovissimo Azzurrite). Inoltre nel gruppo dei beta tester saranno presenti altri cristalli nuovi, ma non posso ancora dirvi nulla.

Aggiornamento. La nuova edizione uscirà a Marzo 2017, ma sarà disponibile solo per chi ha fatto il pre-ordine. In copertina la meravigliosa immagine di un nuovo Cristallo, la Celestina. Presentate anche le carte della Barite e della Nuummite,  pure nuovi Cristalli. Aggiungerò la foto della Nuummite al mio articolo. Nessuna notizia della app, purtroppo.

Capodanno Cinese

Dopo la lettura della Luna Nuova di gennaio, che ho ribattezzato Luna Vulcano, eccomi con la lettura della Luna Nuova del mese di Febbraio, che per il Calendario Cinese (lunare, come quello ebraico) indica l’inizio del nuovo anno. Non entrerò nei dettagli, dato che l’astrologia cinese non è una mia specialità, segnalo solo che finito l’anno della Capra entriamo oggi nell’anno della Scimmia. La Luna Nuova si è formata oggi, 8 febbraio 2016, alle ore 15:36, e questo è il grafico senza i pianetini (per quello con i pianetini vi rimando Qui).

 photo 8bc73389-3ad2-43fb-a5c2-120ec4e7d0c2.jpg

L’energia di Febbraio è molto diversa da quella di Gennaio. Anche questo mese abbiamo un Ascendente in segno d’Acqua, come lo scorso mese, ma questa volta trattasi del Cancro, il segno più femminile dello Zodiaco. Il segno del Cancro è governato dalla Luna, che quindi questo mese assume il ruolo di Governatore. Pur essendo Nuova, e quindi eclissata dal Sole, e in un segno maschile come l’Aquario (che in realtà è androgino, ma questa è un’altra questione). La tematica di cui si sta parlando di più in questo periodo in Italia è quella della legge sulle unioni civili e sulla Stepchild adoption, e il grafico sottintende che se ne parlerà per un bel po’ (anche se non dice come andrà a finire, e più avanti vedremo perché). La dominante elementale è nell’Elemento Terra, ma sono presenti poi in eguale misura Acqua, Fuoco e Aria, il tutto crea un insieme abbastanza equilibrato, anche se non troppo bilanciato (i pianeti sono quasi tutti da un lato, tranne Urano sopra e Giove sotto). L’energia Cardinale, leggermente dominante nelle energie planetarie e presente anche negli Angoli della Carta (Asse dell’Orizzonte,  Ascendente/Discendente, e Asse del Meridiano, Medio Cielo/Fondo Cielo) fa sì che questo sia un buon mese per iniziare nuovi progetti, nonostante il novilunio sia in un segno Fisso come l’Acquario. L’impronta del Capricorno, presente nei pianeti veloci Mercurio e Venere e nel pianeta generazionale Plutone, la fa da padrone anche questo mese. Tuttavia, il vulcano è scomparso, dopo aver fatto danno (il terremoto di Taiwan dei giorni scorsi, fra le altre cose). Ci sono state scosse anche oggi in Sicilia, ma di bassa entità. Anche questo grafico presenta un Grande Trigono, ma d’Acqua, e con influenza molto minore, dato che è formato da Ascendente, Chirone e Marte, toccando le Case Quinta e Nona (oltre alla Prima di cui l’Ascendente è Cuspide). Spiegherò il suo significato parlando di Marte. Più forte è decisamente karmica e invece è la figura denominata Quadrato a T, formata dal lato lungo dall’opposizione Giove Chirone lungo l’Asse dei Nodi, che si scaricano sul pianeta che dei Karma è il maggior simbolo, cioè Saturno. I nodi verranno al pettine, soprattutto nel campo della comunicazione e della legge dove si snoda l’opposizione (e qui torniamo al provvedimento di cui parlavo prima, dato che oltretutto Saturno è in Quinta Casa, che rappresenta oltre all’Amore i bambini e le coppie di fatto ma non sposate, quindi non unioni civili che invece stanno nella Settima come tutti i tipi di contratti, matrimonio compreso).

Cominciamo l’analisi con il Trigono d’Acqua, partendo dall’Ascendente. Una Carta con Ascendente Cancro porta energia molto femminile, materna. Un’energia che si prende cura dei bisogni dei suoi figli e li guarisce, anche dal punto di vista spirituale (Chirone in Nona Casa), e che fa bene soprattutto ai maschi (Marte in Quinta Casa). Un’energia che dà forza alle donne (dominante Terra). La pietra più in affinità con questo tipo di energia è il Larimar o Pectolite Blu, la Pietra Delfino. Il Larimar è un cristallo di Acqua ma è di origine vulcanica, quindi contiene anche energia di Fuoco. È bianco e azzurro e somiglia alle onde dell’oceano. La carta mostra la Madre Acqua che culla un bimbo. L’energia del Larimar è rappresentata anche nella carta, con l’Ascendente che forma un largo trigono con il Medio Cielo in Ariete. Fuoco e Acqua, elementi apparentemente incompatibili, vengono uniti e armonizzati da un piccolo e splendido cristallo.

L’Ascendente poi fa un aspetto armonico di Sestile con i pianeti nella Terza Casa, nel segno della Vergine. Per fortuna, perché si tratta di una configurazione karmica molto difficile, che coinvolge l’Asse dei Nodi, Giove retrogrado (e sull’altro lato Chirone) e un po’ più in là Lilith, anch’essa retrograda. L’energia materna supporta la guarigione attraverso la comunicazione, apre i ricordi aiutandoli a esprimersi e in questo modo li rilascia in modo che possano guarire. Il Nodo Nord in Vergine parla di cose concrete e lavoro quotidiano. Con piccoli passi è più facile realizzare i propri obiettivi, non serve fare tutto insieme. L’importante è non tenerli solo per sé, come vorrebbe fare Giove in Vergine, superando la paura di essere giudicati per quello che si dice (Lilith). Questa paura nasce da traumi di altre vite (Giove e Lilith retrogradi). Per ogni persona poi si vedrà di cosa si tratta, ma in generale potrebbero esserci dei ricorsi storici. Il Fondo Cielo in Bilancia dice che alla base di tutto ci deve essere equilibrio e giustizia.

La Prima e la Seconda Casa Sono vuote, quindi i settori corrispondenti non vengono interessati questo mese, mentre la Quarta Casa contiene un pianetino e l’altra Luna Nera (visibili nel grafico in link). La Luna Nera in Bilancia nella Quarta Casa opposta a Urano in Decima congiunto al pianetino Vesta (la Spiritualità ma anche il Focolare Domestico) rimanda alla violenza sulle donne nell’ambito e nell’ambiente familiare, tema molto importante ma purtroppo ancora troppo trascurato. Anche il pianetino Giunone, che rappresenta la moglie, si trova in Quarta Casa, tuttavia in fondo e in Scorpione, e congiunto con Marte che si trova già in Quinta Casa. Se c’è Amore da parte del compagno, la donna è protetta. Se la donna si ama, si protegge da sola. In tutti gli altri casi, vive nella paura in un posto dove invece dovrebbe essere al sicuro, cioè fra le pareti di casa…

La Quinta Casa, piuttosto estesa, contiene Marte in Scorpione, il pianetino Apollo (che lo scorso mese avevo trascurato) sempre in Scorpione, e Saturno in Sagittario. Marte in Scorpione è passione e sesso, nella Casa del’Amore promette un mese bollente e un San Valentino appassionato e infuocato per le coppie di fidanzati e di amanti (Marte in sestile armonico con Venere per gli amanti, e Saturno nella Quinta Casa per i fidanzati). Un po’ meno armonia per le coppie sposate, specialmente da lunga data, a causa della quadratura di Marte con la coppia Sole Luna… A meno che non si faccia qualcosa per rinvigorire il rapporto, sono possibili rotture e tradimenti, specialmente quando l’unione è karmica (Urano in Quinconce con Marte). Le coppie che si spezzano però troveranno la loro evoluzione singolarmente, e il partner più evoluto potrà anche incontrare la sua Anima Gemella. In ogni caso, l’Aquario si annoia se sta nella routine, quindi le coppie faranno bene a rinnovarsi in tutti i settori, specialmente in quello del rapporto sessuale (la lunazione è in Ottava Casa, governata da Plutone e da Marte in Scorpione, e lì si trova attualmente), se vorranno continuare a stare bene insieme… Un accenno veloce a Apollo, asteroide maschile che gira con orbita stretta intorno al Sole. Il suo archetipo è il Talento, e in Scorpione in Quinta Casa è l’amante perfetto (anche il Dio Apollo ha avuto le sue storie, sia pur non numerose come quelle del padre Zeus o Giove…)

Sempre in Quinta Casa troviamo Saturno l’Antico, spesso denominato il Grande Malefico (poverino). Certo in questo periodo non è messo bene, trovandosi al centro della seconda figura, il Quadrato a T cui accennavo all’inizio, una configurazione in questo caso strettamente e squisitamente karmica, coinvolgendo alle estremità l’Asse dei Nodi Lunari (indicatori del destino, da dove veniamo e dove andiamo), Giove Retrogrado e Chirone, per fortuna non retrogrado. Il pianeta al centro riceve ben due quadrature, ovvero tutta la tensione dell’opposizione Giove Chirone si scarica lì. Giove rappresenta gli studi superiori e l’insegnante che ha studiato, Chirone rappresenta il Maestro dall’esperienza. Giove retrogrado in Terza Casa in Vergine insegna cose spicciole nell’ambito quotidiano e comunica dai blog (come sto facendo io con voi in questo momento… Non sono un’astrologa professionista, ma non sono neanche autodidatta). Chirone in Nona Casa in Pesci insegna e cura negli ambienti spirituali, spesso non ha studiato ma trasmette quello che ha imparato sulla sua pelle. Entrambi hanno saggezza e entrambi dovrebbero essere ascoltati (Giove poi prende le sue conoscenze anche da altre vite, essendo retrogrado, e pure Chirone lo fa, essendo congiunto al Nodo Sud), ma essendo opposti si fanno la guerra. È una guerra di Ego, quando non è di Scienza o Ragione (Vergine in III) contro Religione o Spiritualità (Pescin in IX). Ne fanno le spese la saggezza, la conoscenza, l’amore, ma qualche volta anche le credenze limitanti e rigide (che ostacolano il cammino evolutivo, la quadratura con l’Asse dei Nodi. Per evolvere a volte bisogna superare il pesante karma di Saturno, e c’è bisogno di aiuto). Tuttavia, le guerre non giovano a nessuno, e trovare un punto di accordo è indispensabile anche se faticoso (Saturno porta senso di responsabilità e dovere, ma non è mai leggero, neanche in un segno di Fuoco). Per fortuna ha dalla sua Urano, il pianeta dei cambiamenti improvvisi e dell’energia dei fulmini e della spiritualità più pura, che in questa lunazione svetta alto nel cielo… In ogni caso, sebbene le guerre non abbiano né vinti né vincitori, l’energia questo mese favorisce i Gioviani, che diffondono gratuitamente (o a poco prezzo) le loro solide conoscenze, e sono supportati dal movimento evolutivo del Nodo Nord. In qualunque ambito, in un momento di crisi come questo i soldi sono sempre una discriminante…

-segue-

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Naisha Ahsian – Come determino l’Elemento associato a un Cristallo

Ho dei nuovi articoli di astrologia che vogliono essere scritti, ma questo ha la precedenza. Ha aspettato anche fin troppo. Riporto sotto la traduzione l’originale in inglese, l’autrice è la channeler cristallo terapeuta Naisha Ahsian, autrice del libro con carte Crystal Allies Cards e coautrice del libro The Book of Stones. Ho ricevuto l’articolo via email un mese fa, essendo iscritta alla newsletter del suo sito.

Naisha Ahsian: Come determino le forze elementali di una pietra o di un cristallo?

Mi si chiede questo tutte le volte. È comprensibilmente confuso, poiché testi differenti assegnano forze elementali diverse alle pietre, dipendendo dal metodo che utilizza l’autore. Non posso parlare per tutti, ma io posso spiegare come io arrivo alle mie designazioni elementali.

Può sembrare una cosa esoterica o non importante, ma le energie elementali hanno una parte chiave nel sentiero di guarigione fin dai tempi più antichi. Gli Elementi furono i primi “Dei” per gli uomini priempitivi, governando i territori interni e esterni. Sono stati usati come modello per comprendere il corpo, la psiche e le energie macro cosmiche della Terra per millenni. Comprendere come connettere i cristalli con gli elementi può aumentare di molto la vostra capacità di sperimentare una guarigione profonda ed effettiva con il Regno Minerale.

Ci sono tre diversi livelli di ricerca interiore che io utilizzo quando determino la forza elementale dominante di una pietra. Dico dominante perché tutte le pietre contengono tutte le energie elementali in qualche misura, così com’è per le persone. Per esempio, se il vostro segno solare zodiacale è lo Scorpione (come il mio), potete considerarvi un “segno d’acqua”, e stabilire che voi siete un “tipo acqua”. Tuttavia, il resto del vostro tema natale può avere molti altri aspetti elementali diversi che pure hanno influenza nel vostro schema energetico complessivo. Lo stesso è per le pietre. Un esempio di ciò è la Pirite, che io classifico come dominante Terra. Tuttavia, essa ha pure forti aspetti di Fuoco dovuti al suo alto contenuto di Zolfo, così ha qualche influenza dell’Elemento Fuoco nella guarigione. Dipendendo dalla persona che utilizza l’energia della Pirite, la Terra o il Fuoco può essere dominante per lei. Questo è il motivo per cui è così importante imparare come sentire queste energie e allenarsi personalmente ad essere in grado di notare come l’energia elementale di una pietra ha effetto su di voi.

La prima pratica che utilizzo per determinare l’elemento di una pietra è l’interazione personale con la pietra. Io medito con la pietra parecchie volte. Io noto cosa attiva nel mio corpo. Dove sto sentendo l’energia della pietra? A proposito, questa è molto raramente la reazione di un “chakra”. È molto più spesso su un meridiano o in una regione elementale del corpo. Io noto cosa la pietra porta dentro di me come pensieri, sensazioni o memorie. Io mi connetto con le mie guide elementali per ricevere quello che hanno da insegnarmi riguardo alle proprietà della pietra. Io mi connetto con la Terra stessa e noto la frequenza della famiglia della pietra all’interno del campo elettromagnetico terrestre. Questa è l’esperienza soggettiva dell’energia elementale della pietra.

La seconda pratica è la considerazione della composizione elementale chimica della pietra e la sua struttura geometrica. Attraverso lo studio degli elementi chimici che formano minerali e cristalli, e una comprensione di cosa fanno quegli elementi chimici nel corpo e su un livello energetico ed emozionale, io posso guadagnare una comprensione dei sistemi e temi dominanti che la pietra invia al corpo. La forma geometrica della pietra ha pure associazioni specifiche a sistemi e temi. Comprendere la composizione fisica ed energetica della pietra mi aiuta a comprendere le tendenze della pietra. Su cosa tenderà ad avere effetto, quali sistemi tenderà a stimolare nel corpo? Quali temi emozionali, mentali e spirituali indirizzeranno le geometrie e gli elementi chimici?

La terza pratica per determinare l’elemento di una pietra è la pratica clinica. Cosa fa per gli altri in una sessione di guarigione? Usando analisi comparative, io posso comprendere come la pietra tende ad avere effetto sugli altri in media. Naturalmente ci saranno sempre reazioni individuali ad ogni pietra. Questo è un dato di fatto. Tuttavia, con l’analisi comparativa di molte sessioni cliniche, diventa evidente quando c’è un effetto comune su tutta la linea, o almeno comunanza in una grande percentuale delle sessioni.

Tutte queste informazioni, insieme a una grande dose di semplice “conoscenza”, mi aiuta a comprendere l’associazione elementale di una pietra.

Quindi? Perché è importante conoscere l’energia elementale di una pietra? Ebbene, nel grande schema delle cose, in effetti non lo è. Poiché voi dovete sperimentare la pietra semplicemente come dovete sperimentarla. E se non sapete come interpretare o usare le energie elementali, veramente non importa. Ma è una parte (e una parte significativa alla fine) dell’influenza delle pietre sul corpo fisico, sistemi energetici, emozioni e percezione spirituale.

Così, come potete scoprire l’associazione elementale di una nuova pietra? Io vi suggerirei prima di lavorare con le forze elementali stesse. Come sono veramente Terra, Fuoco, Acqua, Aria e Tempesta? Che effetti hanno gli elementi sulle vostre sensazioni, associazioni, corpo e pensieri? Se voi lavorate prima con l’elemento, diventa una cosa semplice poi identificare con quale elemento la pietra è associata quando sedete con lei in meditazione.

Sedere con una pietra significa semplicemente quello. Se voi non praticate la meditazione consapevole (mindful meditation in inglese, NdT) raccomanderei come prima cosa che voi esploraste quel cammiro spirituale. È, a mio avviso, il primo e più importante cammino per la consapevolezza spirituale. Usare la mindfulness (termine intraducibile NdT, penso si tratti di un tipo di meditazione) quando si tratta con l’energia delle pietre, sarà la più importante pratica singola che potrete usare per sperimentare le energie dei cristalli a un livello profondo e significativo.

Lavorando con la mindfulness e le energie elementali, sarete presto in grado di determinare come una pietra ha effetto sulla vostra energia personale quando la utilizzate. Da lì, voi sarete in grado di interpretare la sua associazione elementale.

Naisha Ahsian

Direttore
Crystalis Institute

Ph: (928) 239-4818
n.ahsian@crystalisinstitute.com

Ed ecco l’articolo originale.

Naisha Ahsian – How do I determine the elemental forces of a stone or crystal?

I get asked this all.the.time. It’s understandably confusing, because different texts assign different elemental forces to stones, depending upon the method the author uses. I can’t speak for anyone else, but I can explain how I arrive at my elemental designations.

It may seem an esoteric or unimportant thing, but the elemental forces have been a key part of the healing path since the most ancient times. The elements were the first “Gods” to ancient man, governing the internal and external landscapes. They have been used as a model for understanding the body, the psyche and the macrocosmic energies of Earth for millenia. Understanding how to connect crystals with the elements can greatly enhance your ability to experience deep and effective healing with the mineral kingdom.

There are three different levels of inquiry I use when determining a stones dominant elemental force. I say dominant because all stones contain all elemental energies to some degree, just as all people do. For instance, if your astrological sun sign is Scorpio (as is mine), then you may consider yourself a “water sign”, and assume that you are a “water type”. However, the rest of your astrology many have many different elemental aspects that also have an influence in your overall energy makeup. It is the same for stones. Most stones have a single dominant elemental energy pattern, but they will have other elemental aspects as well. An example of this is Pyrite, which I class as Earth dominant. However, it also has strong aspects of Fire due to its high sulfur content, so it does have some Fire element influences in healing. Depending on the person engaging the Pyrite’s energy, the Earth or the Fire may be personally dominant for them. This is why it is so critical to learn how to sense these energies and to train yourself to be able to notice how a stone’s elemental energy is affecting you.

The first practice that I use to determine a stone’s element is personal interaction with the stone. I meditate with the stone several times. I notice what it activates in my body. Where am I feeling the stone’s energy? By they way, this is very rarely a “chakra” reaction. It is more often on a meridian or in an elemental region of the body. I notice what the stone brings up within me for thoughts, feelings or memories. I connect with my elemental guides to receive what they have to teach about the stone’s properties. I connect with the Earth itself and notice the frequency of the stone family within the Earth’s electromagnetic field. This is the subjective experience of the stone’s elemental energy.

The second practice is the consideration of the stone’s chemical element composition and geometric form. Through the study of the chemical elements that make up minerals and crystals, and an understanding of what those chemical elements do in the body and on an energy and emotional level, I can gain an understanding of the dominant systems and themes that the stone addresses in the body. The geometric form of the stone also has specific associations with systems and themes. Understanding the stone’s physical and energy composition helps me to understand the stone’s tendencies. What will it tend to affect? What systems will it tend to stimulate in the body? What emotional, mental and spiritual themes do the geometries and chemical elements address?

The third practice for determining a stone’s element is clinical practice. What does it do for others in a healing session? Using comparative analysis, I can understand how the stone tends to affect others on average. Of course there will always be individual reactions to each stone. That is a given. However, with comparative analysis of a lot of clinical sessions, it becomes evident when there is a common effect across the board, or at least commonality in a large percentage of the sessions.

All of this information, along with a big dose of simple “knowing”, helps me to understand the elemental association of a stone.

So what? Why is knowing the elemental energy of a stone important? Well, in the big scheme of things– it isn’t. Because, you are going to experience the stone as you’re going to experience it. And, if you don’t know how to interpret or use the elemental energies, it truly doesn’t matter. But, it is a part (and a significant part at that) of the stones’ influences on the body, energy systems, emotions, and spiritual perception.

So how do you figure out the elemental association of a new stone? I would suggest first working with the elemental forces themselves. What do Earth, Fire, Water, Wind, and Storm actually feel like? What effects do the elements having on your feelings, associations, body and thoughts? If you work with the elements first, then it becomes a simple thing to then identify which element the stone is associated with when you sit with it in meditation.

Sitting with a stone means just that. If you don’t practice mindful meditation, I would first recommend that you explore that spiritual path. It is, in my opinion, the first and most important path to spiritual awareness. Using mindfulness when engaging stone energies will be the single most important practice you can use to experience crystal energies on a deep and meaningful level.

In working with mindfulness and the elemental energies, you will soon be able to determine how a stone affects your personal energy when engaged. From there, you will be able to interpret its elemental association.

Naisha Ahsian

Director
Crystalis Institute

Ph: (928) 239-4818
n.ahsian@crystalisinstitute.com