Il Fuoco dell’Amore

Rodocrosite: Il Bambino Interiore

 photo 19.jpg

La Rodocrosite è un carbonato di magnesio con una durezza da 3,5 a 4.
Si presenta come una gemma dal colore rosa intenso che va dall’opaco al traslucido e al trasparente con spesso striature rosa più chiaro o bianche.
Il nome viene dal greco per il colore rosso-rosa.
In Argentina la Rodocrosite ha formato delle stalagmiti nelle miniere di argento degli Incas, da quando vennero abbandonate nel 13° secolo. Molto delle scorte mondiali proviene dall’Argentina.
Alcune varietà provengono dal Colorado.

Metafisicamente la Rodocrosite è tra le più importanti gemme che rendono vitale e guariscono il chakra del cuore.
E’ infatti una pietra “d’amore e d’equilibrio”, che ci può aiutare a raggiungere lo stato dell’estasi durante le meditazioni.
Informazioni medianiche affermano: “Usando la pietra durante lo stato meditativo ci si può fondere nella sfera dell’estasi dorata.”
E’ vivamente raccomandata a coloro che vogliono guarire vecchie ferite emotive.
Apporta benefici anche al primo e al secondo chakra ed equilibra anche le energie dei corpi sottili ed eterici che compongono l’io non-fisico.
La Rodocrosite assiste nell’equilibrare anche il processo mentale, aiutando a entrare in sintonia con il Sé Superiore e accelerando l’espansione della propria consapevolezza.
Si crede inoltre che faciliti il raggiungimento di un rilassamento intenso e l’accettazione oltre all’equilibrio. Può infatti aiutare a risolvere le dualità e i conflitti sia interiori che esteriori apportando un pacifico senso di armonia.
Indossare la Rodocrosite si dice apporti la vibrazione della gioia nella vita quotidiana.
La Rodocrosite combina bene con tutte le pietre del chakra del cuore, specialmente la Morganite, la Danburite e la Moldavite.
Anche pietre come la Pietra di luna, la Labradorite dorata, il Crisoprasio, l’Azeztulite, la Fenacite e la Tanzanite lavorano bene con la Rodocrosite.

Nel suo libro “Le carte degli Alleati di Cristallo” così parla Naisha Ahsian della Rodocrosite:
“La Rodocrosite è una pietra dal raggio rosa che si trova sia in forme cristalline, sia in massi.
È un potente guaritore del cuore che forma un ponte tra i chakra inferiori, del Fuoco, e quelli superiori, dell’Acqua.
A causa del sua relazione con entrambi questi elementi, ha la capacità di raffreddare i bollori emotivi e di fornire profonde analisi delle questioni di cuore e della Volontà.
La vibrazione della Rodocrosite aiuta a curare le ferite emotive che hanno origine nell’infanzia, quando i chakra del cuore e della volontà si stavano ancora formando.
Le frequenze della Rodocrosite risuonano con il bambino interiore.
Il bambino interiore usa l’energia del suo secondo chakra come fonte di creatività illimitata e di manifestazione gioiosa. Egli esplora il regno del mondo fisico con curiosità e stupore. Attraverso il nostro bambino interiore noi sperimentiamo le lezioni della resa totale a un potere superiore. E’ attraverso questo aspetto del nostro sé che il nostro ego si è sviluppato e il nostro modo di interpretare lo stimolo si è evoluto.
Il bambino interiore sperimenta e interpreta le emozioni e le esperienze dando loro un significato in base a ciò che abbiamo sperimentato negli anni formativi come bambini. Ogni ferita emozionale che abbiamo ricevuto da bambini viene pure trattenuta nel bambino interiore. Anche quando si cresce e si va avanti, il bambino interiore continua a interpretare le esperienze attraverso questi modelli energetici che sono immagazzinati nei chakra.
La frequenza della Rodocrosite risuona con i chakra del cuore e della volontà, permettendo alle vecchie ferite e ai vecchi modelli emotivi di affiorare nella nostra consapevolezza. Una volta che siamo consapevoli dei modelli che stanno ancora influenzando le nostre creazioni, possiamo liberarli, permettendo al nostro bambino interiore di superare il trauma e di cominciare a guarire. E’ attraverso questa guarigione che ci colleghiamo ancora una volta a questo aspetto di noi stessi, reclamando le sue innate capacità e le sue doti come nostri.
La Rodocrosite è l’Alleato da invocare quando si richiede questo tipo di guarigione emotiva ed energetica. Le sue frequenze rendono il nostro sé adulto in grado di ricollegarsi al bambino interiore e di guarirlo.

Messaggio

La Rodocrosite è venuta a voi oggi per aiutarvi a collegarvi con il bambino interiore.
C’è un aspetto della vostra situazione o esperienza che sta perpetuando ferite che avete ricevuto molti anni fa?
Questa può essere un’occasione per purificare e guarire qualsiasi vecchia ferita o vecchio schema emotivo che ha bisogno di cure.
Apritevi alla risonanza della Rodocrosite e lasciate che la sua energia porti in superficie tutte le ferite che devono essere guarite.
La Rodocrosite può anche indicarvi che avete perso contatto con il vostro lato più infantile.
Questi aspetti possono insegnarvi molte grandi lezioni spirituali man mano che vi ricollegate alla vostra innata curiosità, creatività e meraviglia.
Arrendetevi davanti al vostro io superiore e Dio/Dea/Tutto ciò che è.
Recuperate la vostra fiducia infantile secondo la quale tutto si ottiene.
Entrate e liberate la vostra energia da vecchi traumi e ferite che non vi servono più, in modo da poter ricominciare con l’innocenza e la purezza di un bambino.
Lasciate che l’energia della Rodocrosite vi calmi vi consoli e vi aiuti a guarire.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Rodonite: Talenti

La Rodonite va dal rosa al marrone chiaro ed è intimamente legata alla Rodocrosite.
La Rodonite agisce a un livello fisico profondo per aiutare nella rigenerazione del tessuto e per favorire la guarigione.
Ha un effetto tonificante sul fegato e sul pancreas ed è utile nei dolori di stomaco dovuti allo stress.
La Rodonite è un alleato la cui vibrazione favorisce le emozioni dell’amore e dell’accettazione di se stessi. Incoraggia ad accettare il proprio valore e la propria abilità, permettendo di contribuire più pienamente alla comunità.
La Rodonite accentua l’aspetto materno della vostra natura, focalizzandolo all’interno per sostenere il vostro processo di crescita.
Una volta che si comincia ad amare e a guarire se stessi, si è in grado di cominciare a riconoscere ed accettare i propri talenti e la propria abilità. Riconoscendo la propria abilità, si è in grado di percepire più pienamente il proprio potere e il proprio cammino personale.
Siamo nati, ognuno di noi, in questo tempo con una bagaglio di talenti e capacità che ci sono stati dati per usarli nel cammino del servire. Ognuno di noi può contribuire al miglioramento del tutto. Quando condividiamo questi talenti con un cuore aperto, stiamo portando a compimento il ruolo che abbiamo scelto per noi stessi venendo al mondo. Nel tempo di cambiamento che sta per giungere su questo pianeta è più necessario che mai seguire il proprio cuore e i propri talenti. Siamo tutti chiamati ad esprimere i nostri doni individuali, in modo da poter condividere con gioia i compiti, per realizzare i quali, siamo venuti al mondo. Ognuno di noi ha doni unici che ci aiuteranno a realizzare il cammino di Luce sul pianeta. La Rodonite vi chiama a scoprire il vostro dono e a condividerlo con coloro che trarranno il maggior beneficio dai vostri talenti.

Messaggio

Quando la Rodonite appare come vostro alleato, vi si chiede di riconoscere le vostre capacità e i vostri talenti e di utilizzarle nei modi che rinforzano il vostro potere personale, la vostra comunità e il vostro gruppo.
Quando arriviamo dal nostro centro e ci sentiamo degni di noi stessi, siamo davvero in grado di appagare il nostro potenziale.
Questo non è tempo per la falsa modestia.
Se siete apprezzati per i vostri talenti o per le vostre capacità, gioitene nella vostra abilità di condividerli con gli altri.
In questa Età di Luce sulla Terra, quando chiamiamo la luce nel vuoto, ognuno di noi deve contribuire con la sua propria abilità al bene di tutti.
Riconoscete la vostra bellezza e il vostro potere personali e condivideteli con chi entra nella vostra sfera di influenza.
In questo modo ci muoveremo tutti con gioia verso la nuova età che ci attende.

Annunci

Specie in via di estinzione

L’estinzione delle parole nel mondo
Circa la metà delle settemila lingue parlate sulla Terra è a rischio , e la gran parte potrebbe scomparire entro la fine del secolo
 

Clicca per vedere l’immagine

La «mappa» delle zone in cui è più alto il rischio di scomparsa delle lingue locali (da Internet)

STATI UNITI – Il pericolo di estinzione di piante e animali è un’emergenza nota a tutti. Ma che anche i linguaggi del mondo stiano rapidamente scomparendo, e con una rapidità impressionante, è cosa di cui probabilmente solo pochi sono consapevoli. Secondo i linguisti, infatti, in media ogni due settimane si estingue una lingua in una qualche parte del pianeta, ed entro questo secolo la metà degli idiomi parlati nel mondo potrebbe finire nell’oblio, portando con sé un immenso bagaglio di cultura.

IL PROGETTO – Il progetto Enduring Voices, condotto dalla National Geographic Society in collaborazione con il Living Tongues Institute for Endangered Languages, si è occupato proprio di questo problema.
Dopo aver creato la mappa delle aree del globo 
in cui le lingue stanno scomparendo più rapidamente, gli studiosi si sono recati sul posto per registrare e successivamente documentare linguaggi che non possiedono una tradizione scritta e che appartengono a comunità assai ristrette, se non a singoli individui, ultimi custodi di parole che prima o poi spariranno per sempre, assieme a loro. A meno che qualcuno non intervenga per salvare e rivitalizzare questo prezioso patrimonio culturale, esattamente come si propone di fare Enduring Voices.
LE AREE A RISCHIO – La mappa mette in luce che sono 5 le regioni della Terra in cui i linguaggi sono in serio pericolo, ovvero – per ordine di emergenza – le regioni dell’Australia settentrionale, le regioni centrali del Sud America (Ecuador, Colombia, Peru, Brasile e Bolivia), la zona costiera del Pacifico superiore in Nord America (Washington e Oregon, British Columbia in Canada), la Siberia orientale, e quindi l’Oklahoma e gli stati americani dell’area di sud-ovest (Texas e Nuovo Messico). Alcuni linguaggi vengono persi gradualmente nelle culture bilingui, a causa del lento imporsi del codice più forte, nella maggior parte dei casi si tratta di lingue parlate solo da nativi e popolazioni indigene la cui cultura è stata cancellata dai colonizzatori. In Siberia, invece, è stato il governo a imporre l’uso dell’idioma nazionale o regionale alle popolazioni che parlano lingue minori. Infine, se si pensa che gli 83 linguaggi più diffusi al di là dei confini nazionali sono parlati dall’80 per cento della popolazione mondiale, si ha un’idea ancora più definita di quanto siano deboli tutte le lingue non globalizzate.
Alessandra Carboni
20 settembre 2007

Metafisica: Il Tempio dell’Amore

Ruben Cedeño

TEMPIO DELL’AMORE

COSCIENZA PROIETTATA

New York Dicembre 2005

Da qualsiasi luogo della terra dove stiamo, possiamo ascendere in coscienza proiettata al "tempio dell’amore di New Bedford ", dove andò la sacerdotessa Lady Nada.

Posizioniamoci mentalmente sulla regione eterica dello stato di Massachussets, vicino alla costa est degli Stati Uniti d’America, a sud-ovest di Boston. Introduciamoci in una nascosta e segreta valle circondata da alte rupi, che nelle sue falde ondulate ha una profusa vegetazione di pini, betulle, anacardi ed il suolo coperto da una finissima gramigna con piante traboccanti di fiori silvestri. Un fiume serpeggia nel fondo e fa evaporare una debole bruma bianca, che lo avvolge in un’atmosfera pacifica, mistica e devozionale.

In un angolo della valle, in una curvatura del letto del fiume, su un’alta collina, si erge il Tempio dell’Amore, costruito in un materiale simile a lucidi rodocrositi, in uso nel più puro periodo neoclassicista, cui si accede salendo sette gradini, ed il cui soffitto è sostenuto da colonne con capitelli corinzi, con foglie di acanto in tenue colore rosato.

Uno comincia a salire i primi gradini del Tempio dell’Amore amando, sebbene in modo primitivo, qualsiasi cosa in nostro possesso e, in modo passionale, qualsiasi essere umano. "Il Tempio dell’Amore di New Bedfor " è sostenuto dalle vibrazioni d’amore di tutti gli esseri umani incarnati sulla Terra, e per il suo sostegno non si spreca nessuna energia d’amore generata da un essere vivente. Tutte le vibrazioni d’amore sono tenute in conto, incluse quelle del criticato e sdegnato amore egoista, passionale, ed incluso l’amore dispensato per denaro. Ripetiamo, perché non è facile comprendere ed accettare, che nessuna energia d’amore è sprecata nel Tempio dell’Amore, ed è tenuta in conto nella scala evolutiva come merito per l’ascensione di ogni " corrente di vita ". I concetti umani hanno discriminato, frammentato e confuso l’amore, facendo si che molti esseri umani, ancora amando, credono di essere nel peccato o in errore amando in determinate condizioni. Si sappia che "il vero peccato è non amare" e questo è valido sempre.

"Il Tempio dell’Amore di Lady Nada" è il primo tempio a cui che si accede nel cammino evolutivo, per dopo poter avere accesso ad altri Templi dei Sette Raggi in altre parti delle regioni Eteriche della Terra. Se non si è acceduti prima al Tempio dell’Amore di Lady Nada, non si può avere libertà di ingresso a nessuno degli altri Templi dei Maestri Ascesi, giacché se non si ha amore, non si possiede nessun merito spirituale, anche se si è studiato la spiritualità e si appartenga ad una religione. o gruppo spirituale.

GRADINI

L’ingresso al Tempio dell’Amore di Lady Nada si fa attraverso sette gradini che salgono lungo la grande corsa dell’evoluzione umana. Nelle prime 700 incarnazioni forse appena si può accedere al primo gradino, e non in tutti i casi. Quando già si sta nelle ultime sette incarnazioni, questi gradini si possono salire in modo naturale.

PRIMO GRADINO

Il "Primo Gradino del Tempio dell’Amore di Lady Nada" è molto importante, non tutti quelli che stanno nell’incarnazione raggiungono questo obiettivo. Si sale quando uno sviluppa amore per tutti gli oggetti materiali. Questo sembra contraddittorio, che la spiritualità cominci con amore alla materialità, ma è amore senza attaccamento, è importante non disprezzare nessun oggetto materiale, perché tutto è parte di Dio e disprezzarlo è disprezzare Dio.

Solitamente vediamo Dio nell’edificazione di un tempio, ma pochi lo vedono in un crematorio, un quartiere misero, un postribolo, ma anche lì c’è Dio, sebbene sia strano vederlo in questi luoghi piuttosto che in un santuario. Grazie allo sviluppo di questo primo gradino, nell’antichità furono eretti "Templi dell’Amore" dedicati alla Dea Venus e Afrodite, tanto a Roma come in Grecia, a Freia in Germania. A causa di un’interpretazione errata, durante la decadenza, dopo l’ultima Età Dorata, all’interno di questi Templi veniva praticato sesso. Ma nonostante questo, questi Templi non si staccarono dalla "Catena Rosata", uniti al Tempio dell’Amore. Reminiscenza di questo sono i Templi dell’Amore che ancora possiamo vedere in India nella città di Kajurao.

Accedono a questo "primo gradino del Tempio dell’Amore di Lady Nada" tutti quelli che amano i metalli, dall’oro all’argento fino ad un insignificante pezzo di ferro, le pietre che esistono nel pianeta senza disprezzare nessuno dei suoi derivati, e tutti quelli che amano l’acqua. Una delle forme di questo amore è quella che possiamo avere senza attaccamenti e in modo disinteressato alle monete coniate in metallo come il denaro, vedendo il rifornimento economico con amore ed azione diretta della Divinità.

L’amore al proprio corpo fisico e di altri, costituisce anche uno dei requisiti per accedere a questo primo gradino, di conseguenza non possiamo aggredire il corpo fisico colpendolo, maltrattandolo, ma averne un’estrema cura. I massaggi, carezze e trattamento della pelle sono dimostrazioni d’Amore al corpo fisico che ci permettono di accedere a questo primo gradino.

Gettare gli oggetti fisici con rabbia, senza amore, come una forbici, un piatto, una pietra o un semplice foglio di carta, sono impedimenti nello sviluppo dell’amore agli oggetti fisici e, quindi, all’accesso al "Primo Gradino del Tempio dell’Amore". Qualsiasi disprezzo che si abbia ad un tipo determinato di pietra, metallo o oggetto materiale impedisce di accedere al "primo gradino del tempio dell’amore". In questo gradino si trovano molti geologi, gemmologi, gemmoterapeuti, ecologisti, masoterapeuti e kinesiologi.

SECONDO GRADINO

Al "Secondo Gradino del Tempio dell’Amore di Lady Nada" si accede quando sviluppiamo amore per il "regno vegetale e elementare", piante, fiori, alberi, montagne e valli della nostra terra. Anche per la vitalità del nostro corpo ed di altri, sapendolo alimentare correttamente senza fargli danno, non facendogli consumare grassi, sostanze chimiche dannose, coloranti, carni ed altri alimenti di scarsa qualità. In questo gradino si trovano alcuni di quelli che lavorano con i fiori di Bach, giardinieri, guardaboschi e dietologi.

TERZO GRADINO

Al "Terzo gradino del Tempio dell’Amore di Lady Nada" si accede quando sviluppiamo l’amore per il regno animale, dalle mascotte fino ad animali selvaggi, inclusi cani, scimmie e gatti di strada. A questo gradino accedono con difficoltà alcune persone occidentali, visto il consumo di carne, giacché indirettamente si fanno complici dell’uccisione di animali. Alla maggioranza dei Jainistas è molto facile accedere a questo gradino. Requisito indispensabile per accedere a questo gradino anche il rispetto e l’amore per i sentimenti degli altri esseri umani e non prendersi gioco di loro. A questo gradino hanno accesso alcuni veterinari, ornitologi, poeti e compositori, romantici e sentimentali.

QUARTO GRADINO

Al "Quarto Gradino del Tempio dell’Amore di Lady Nada" si accede solamente quando abbiamo sviluppato l’amore per tutti gli esseri umani senza discriminazione di razza, colore di pelle, classe sociale, posizione economica, gruppo spirituale, religione, nazionalità e professione. Qualsiasi rifiuto di una qualsiasi condizione umana, preclude l’accesso a questo scalino e rimane per tante incarnazioni fino a quando non si ha sviluppato l’amore assoluto per tutte le condizioni umane.

QUINTO GRADINO

Si accede al "Quinto Gradino del Tempio dell’Amore di Lady Nada" quando si sviluppa l’amore per tutti i Maestri Ascesi, Santi, Esseri di Luce, Angeli, Elohim di tutte le religioni, gruppi spirituali e credenze, senza respingere nessuno dei suoi praticanti.

SESTO GRADINO

A questo "Sesto Gradino del Tempio dell’Amore di Lady Nada" si accede quando sviluppiamo l’amore per il sole, le stelle, galassie e Dèi Cosmici. Alcuni astronomi, astrologi, aviatori ed astronauti stanno svolgendo questo cammino d’amore.

SETTIMO GRADINO

A questo "Settimo Gradino del Tempio dell’Amore di Lady Nada" solo si accede per puro ed assoluto amore e consegna a Dio, realizzato in uno come Unica Presenza, Unico Potere e Sostanza. Non prima.

ENTRATA AL TEMPIO

Il "Tempio dell’Amore di Lady Nada" ha un atrio preceduto da sette colonne da un lato e dall’altro, che sostengono il lato esterno dell’architrave sul quale si appoggia un frontone che sostiene il soffitto a cupola, simile al panteon dell’antica Roma, dove oggi si trovano i resti di Raffaello Sanzio. Le due prime colonne, sia del lato sinistro che del lato destro del corridoio, sono di colore azzurro; seguono le dorate, e così fino a completamento dei sette raggi, con un’eccezione: che le colonne violette precedono le oro-rubino, che sono le ultime.

Entrando nel Tempio, si sente intonare in sottofondo da chi ti accoglie con tono molto basso il tradizionale inno cristiano "Abide with me", e con la testa in segnale di raccoglimento, portano un cero acceso nella mano. Circondando la pianta circolare del santuario, nella parte interna, si trovano sette saloni dedicati ognuno ad un raggio della divinità, attraverso i quali si deve passare prima di poter arrivare al salone centrale dove arde la Sacra Fiamma dell’Amore per la Terra.

SETTE SALONI

Al primo salone si accede solamente sviluppando amore e manifestando la volontà di Dio, la Fede ed il Potere Divino. Al Secondo salone si può entrare sviluppando l’Amore per la Sapienza, la Filosofia, l’Illuminazione e l’Intelligenza e voler essere intelligente, sapiente ed illuminato. Al terzo salone si entra solamente avendo amore per la cultura, la raffinatezza, la diplomazia e la buona educazione. Al quarto salone si può entrare solamente manifestando l’amore per l’arte in tutte le sue manifestazioni, per ascendere e portare una vita pura. Al quinto salone si entra avendo sviluppato l’amore per la verità, la medicina, la scienza ed il desiderio di guarire gli altri. Al sesto salone si arriva sviluppando l’amore per perdono, realizzando rituali, la magia ed la cerimonia. Infine si entra al settimo salone, al quale si accede per mezzo dell’amore alla Pace, Tranquillità, Devozione e Misticismo.

COMPARIZIONE DAVANTI ALLA FIAMMA DELL’AMORE

Concludendo la salita dei Sette Gradini ed il percorso circolare per le sette aule, si arriva alla porta di entrata al Salone Principale del Tempio dove arde la Fiamma dell’Amore per i figli della terra con un contundente ma soave tono di colore rosa brillante con radiazione oro, e nel suo centro si può osservare, sostenendosi in mezzo alla fiamma ardente, una croce latina che ha nel suo centro un cuore simmetrico, con le ali ai suoi lati che fanno vedere tanto la croce come il cuore alato.

Davanti alla "Fiamma dell’Amore" i devoti solitamente intonano l’inno cristiano "Holy, Holy, Holy". Davanti alla Fiamma dell’Amore sono arrivati i grandi amatori dell’umanità, che in adorazione si sono uniti al battito di questo sacro fuoco. Tra gli altri si sono inchinati il signore Gautama, il Maestro Gesù, Lady Nada, il Maestro Saint Germain, il Maestro Koot Hoomi, tutti i Maestri della Gerarchia Spirituale della terra e personalità del contesto storico recente, come Ramakrishna, Paramahansa Yogánanda, Kolbe, Martin Luther King, la madre Teresa di Kòlkata, Giovanni Paolo II e tanti altri che sarebbe impossibile enumerare.

A una certa distanza dalla fiamma dell’amore, in uno spazio riservato, speciale per gli studenti, rimaniamo in adorazione e vediamo arrivare discreta, solitaria, silenziosa, impercettibile, senza essere annunciata, una dama con un vestito lungo elegante, con la testa inclinata, difficile da identificare, perché porta un cappuccio di un mantello che la copre fino ai piedi, e si inchina davanti alla fiamma, dove rimane lunghi momenti in adorazione. Dopo un certo tempo, si alza e scompare per uno dei corridoi, ed tornando a guardare l’altare, vediamo che ha lasciato come offerta, una bella rosa oro-rubino. Era Lady Nada.

FINE

Attenti alle Chat…

…non si sa mai chi potete incontrare… Questa è una storia vera… non una leggenda metropolitana…
 
Adnkronos – Mer 19 Set – 18.32

Roma, 19 set. (Ign) – Innamorati l’uno dell’altra in Rete. Lui e lei si incontrano in chat e dopo i primi scambi di parole, entrano subito in confidenza passando ore a parlare dei rispettivi matrimoni noiosi e forse anche falliti. Virtualmente lei è "Sweetie", lui si fa chiamare ‘Prince of Joy’. I due finalmente decidono di stabilire il tanto agognato appuntamento. Ma… la magia finisce all’incontro quando scoprono di essere moglie e marito. Non è la trama di un film ma quel che è capitato ad una coppia di Zenica, città della Bosnia centrale. Sana Klaric, alias ‘Sweetie’ e il suo compagno Adnan, alias ‘Prince of Joy’ ora stanno per divorziare accusandosi reciprocamente di infedeltà. la notizia è riporatata dal quotidiano britannico Daily Telegraph.

Eppure Sana di 27 anni, quasi incredula di quello che le è capitato, dichiara che in chat era tutto così fantastico: "Mi sono ritrovata innamorata improvvisamente. Era stupefacente". Mentre Adnan, 32enne, dice: "Ancora non posso credere che la Sweetie, che ha scritto cose meravigliose, sia realmente la stessa donna che ho sposato e che in tanti anni di matrimonio non mi ha detto una parola piacevole".

Fonte: Yahoo Notizie

La Calcite, Alleato dai Mille Colori

Calcite: Spontaneità

 photo 18.jpg

La Calcite è un minerale di carbonato di calcio di durezza 3, che si presenta in una gran varietà di colori. In particolare abbiamo:

Calcite Rossa (dal rosso chiaro al mattone)
Calcite Arancio (dall’albicocca all’arancione intenso)
Calcite Miele (dal senape al bruno)
Calcite Gialla (dal giallo limone al giallo intenso)
Calcite Dorata (dal bianco dorato al giallo oro)
Calcite Verde (dal verde chiaro al verde prato al verde smeraldo)
Calcite Blu (dall’azzurro chiaro al blu all’indaco)
Manganocalcite (dal bianco al rosa chiaro al rosa antico, opaca)
Calcite Rosa Ottica (rosa intenso, traslucida)
Calcite Merkabite (bianca, traslucida)
Calcite Ottica o Spato d’Islanda (trasparente)
Cobaltocalcite o Afrodite (dal rosa antico al rosa intenso al fucsia)
Calcite Nera (scurissima)

Nel suo libro “Le carte degli Alleati di Cristallo” così parla Naisha Ahsian della Calcite:

La frequenza della Calcite parla della bellezza della spontaneità al nostro essere più profondo.
Le preghiere più potenti sono quelle che nascono sul momento e si basano sulle nostre emozioni di gratitudine.
Gli atti spontanei sono atti di bellezza quando sorgono da un luogo d’amore e di gratitudine dentro di noi. Quando noi siamo calati nella routine quotidiana, siamo spesso incapaci di sperimentare, momento per momento, la creazione del bello nella nostra vita.
La Calcite risuona con quel luogo dentro di noi dal quale scaturisce il momento della creazione della bellezza.
Ogni atto di spontaneità che compiamo è un affermazione della nostra abilità di creare. Quando si dà agli altri in un momento d’amore, si crea uno stato di risonanza. Questa risonanza con l’energia dell’amore apre i canali della creatività e della manifestazione, permettendo di manifestare la gioia spirituale. Quando eravamo bambini, la nostra forza creativa correva veloce. Potevamo fare un disegno d’amore per i nostri genitori, cantare una canzone dal cuore, o raccogliere un mazzo di fiori di campo per gli spiriti della natura. I nostri cuori non erano ancora stati rinchiusi nella monotonia della routine.
Quando risuoniamo con la Calcite come nostro alleato, chiamiamo quel bambino sacro affinché si faccia avanti ancora una volta per cantare, creare e celebrare la bellezza della vita e la spontaneità.
La frequenza della Calcite apre i chakra e aiuta nella dissoluzione dei blocchi energetici ed emotivi. La sua energia lascia una sensazione di purificazione e apertura e incoraggia l’espressione dell’energia in eccesso con atti spontanei di amore e gioia.
La spontaneità può essere una preghiera di ringraziamento al Divino, attraverso atti d’amore sulla Terra.

Messaggio

La Calcite canta alla fonte della creatività dentro di voi.
Da quanto tempo non create un momento spontaneo?
Da quanto tempo non cantate la vostra canzone all’Universo?
E da quanto tempo non fate un disegno, solo per la gioia di esprimere gioia?
Tutte queste cose, così come la spontaneità dell’emozione tra le persone, possono nutrire il vostro senso del sé e il vostro senso di collegamento con il Divino.
Concedetevi di sperimentare di nuovo la vostra spontaneità.
Bussando a quella fonte di bellezza e potere della vostra vita, sperimentate momenti di vera creazione.
Quale modo migliore per affermare la propria capacità di creare la vita, se non sperimentandola momento per momento?
Quando vi impigliate nel meccanismo quotidiano e cominciate a dimenticare dove si trova la vostra vera gioia, lasciate che la spontaneità della Calcite vi ricordi quale vera espressione di bellezza può essere la vita.

La Malachite: Sia Fatta la Tua Volontà

Malachite: Volontà

 photo 17.jpg

La Malachite è apparsa oggi per chiedervi di analizzare attentamente il modo in cui usate la vostra Volontà.
La forza di Volontà è una delle energie cruciali che usiamo per creare la nostra realtà.
Possiamo o conservare il ruolo di vittime lasciando che altri siano le nostre pedine nell’azione, oppure possiamo assumere il ruolo di creatori e riconoscere come stiamo applicando la nostra volontà per creare le nostre esperienze.
La vostra Volontà è allineata all’ego, nel tentativo di creare attraverso la manipolazione e la coercizione?
Oppure è allineata al Divino e libera ogni speranza sulla forma che una creazione assumerà, desiderando solo manifestare ciò che è meglio per il vostro bene supremo?
Date un’occhiata alla situazione attuale.
Come usate la vostra volontà per creare e conservare questa esperienza?
Cercate il cammino dell’equilibrio e del giusto uso della volontà e l’Universo vi guiderà a decidere per il bene supremo.
Quando risuonate con l’energia della Malachite, la sua vibrazione libererà l’influenza dell’ego dalle vostre creazioni, permettendovi di manifestare la Volontà dell’universo.

 

La Corniola: Agata o Calcedonio, questo è il dilemma

Corniola: Azione

 photo 16.jpg

La Corniola vi invita oggi a ricordare il vostro corso di azione.
Cercare la guida e il consiglio spirituale sono il primo passo per la creazione della vostra realtà, ma il secondo passo, e il più importante, è agire secondo la guida interiore.
Senza azione non c’è creazione e abbiamo scelto di venire a questo mondo per imparare a creare con l’Universo.
Non abbiate paura dell’azione a causa della possibilità di insuccesso.
Non c’è fallimento, così come non ci sono errori.
Ogni azione che compite vi porta a un’esperienza di apprendimento.
Ogni vostra lezione di apprendimento arricchisce il bagaglio di saggezza che potete condividere con gli altri e vi avvicina allo scopo di capire voi stessi.
Ascoltate la vostra guida superiore, apritevi al cammino che l’Universo sta liberando per voi e fate un passo avanti.
La Corniola è qui per guidarvi sul vostro cammino di azione.

 

Voci precedenti più vecchie