Lammas o Lughnassad, ovvero la Festa del Pane

Lughnassadh (1 Agosto)

Questa è la prima delle 3 celebrazioni del raccolto nella Stregoneria. La nostra Madre Terra ci ha benedetti con la sua ricompensa. Celebriamo la nascita del Dio, i frutti dei campi e dell’orto.
La Dea dell ‘Estate stende il suo mantello di verde e porta via il nero mantello dell’ Anziana. La Dea però procura solo quello per cui lavoriamo e piantiamo con i nostri intenti.
E’ il momento in cui i giorni si accorceranno e i campi matureranno. I lunghi giorni d’estate ormai sono passati e noi vedremo i frutti dei nostri sforzi. Adesso è il momento di raccogliere.
Noi celebriamo questo periodo dell’anno celebrando ‘estate. L’estate è caldo, crescita, abbondanza, lavoro e gioco che ovviamente accompagna tutti questi elementi.
Lunge ore di luce solare, giardini rigogliosi, frutti del raccolto, verdure, erbe, conservazione, ghiacciatura di questo raccolto.
Noi celebriamo l’estate avendo però già un occhio all’inverno che verrà. La celebrazione di questo Sabbat è una pausa per rilassarci e aprirci ai cambiamenti della stagione, così che si può essere tutt’uno con le energie e ottenere quello che vogliamo.

Questo Sabbat è il primo dei tre dedicati al raccolto. Il lavoro della primavera e dell’estate è finalmente ripagato con il primo raccolto dell’anno. Questo è conosciuto come il periodo in cui le piante della primavera maturano e cedono i loro frutti e semi per il nostro uso.
Con l’autunno che inizia, il Dio Sole inizia ad invecchiare, ma non è ancora morto. Il Dio simbolicamente perde un pò della sua forza così come il Sole che sorge sempre più a Sud ogni giorno e la notte che inizia a crescere.
Il Re Sole, adesso Signore dell’Oscurità, da la sua energia al raccolto per assicurare la vita mentre la Madre si prepara a dar via il suo aspetto alla Crona.
Tessere il grano come per esempio fare le bambole di spighe è tradizionale. Il pane è infornato e l’altare è decorato con verdure e frutta del raccolto.
Altri nomi per Lughnasadh includono Lammas e la Vigilia di Agosto.
Lammas era il nome medievale cristiano per la festa e significa "Massa di Pagnotte", perchè era il giorno in cui le prime pagnotte venivano infornate dal raccolto e posizionate sugli altari delle chiese come offerte. Era un giorno rappresentativo dei "primi frutti".

Nella tradizione irlandese, gaelica e scandinava questa festa era chiamata "Lughnasadh", un’occasione per commemorare il funerale del Dio del Sole Lugh. Però la situazione è un pò confusionaria. Anche se può sembrare che celebriamo la morte di Lugh, il Dio della Luce in realtà non muore ( mitologicamente ) fino all’equinozio autunnale. E in realtà, se leggessimo il mito attentamente, scopriremmo che non è la morte di Lugh ad essere onorata, ma i giochi per il funerale che Lugh stesso organizzò per commemorare sua madre Taillte.

In alcune tradizioni wiccan questo è il momento del Dio Grano o del Re sacrificale il cui sacrificio consente a chi lo onora, di sopravvivere durante l’inverno. Il suo Spirito è nel grano e nel granturco, la sua linfa viene versata sui campi. Così come il Dio muore nella raccolta, lui rivive dai suoi stessi germogli. Ecco così la legenda del Dio che viene sacrificato e quindi torna a vivere, ancora ed ancora.

In questa vigilia di agosto la tradizione vedeva molti festival dell’arte. Le gilde medievali creavano ancora più mercanzie, decoravano i loro negozio e loro stessi con colori accesi e nastri, marciavano in parate e organizzavano strane recite cerimociali e danze per gli stranieri e per gli astanti.

E’ una festa che celebra sia il Dio che la Dea, un tempo sia di principio femminile che maschile, ma anche un momento di transizione. Anche se maturiamo ciò che abbiamo costruito, raccogliamo i meriti per il nostro lavoro, il Dio si sacrifica volontariamente per mano della Dea e il sangue è sui campi come i semi a primavera. Il grano che matura è prodotto di una pianta morente. La promessa di una nuova vita è nel cuore di ogni spiga che matura, trasformandosi in grano e quindi in farina e quindi in pane che ci sosterrà nei mesi che verranno. La Dea stessa, nella sua fase di Madre abbondante e prodiga è presente come mietitrice del grano, di anime e di vita, la Crona che gentilmente conduce la vita nella morte per poter ricreare ancora vita.

Il grano è sempre stato associati a divinità che venivano uccise e smembrate e che ritornavano dal mondo sotterraneo come Tammuz, Osiride e Adone. La storia di Demetra e Persefone è un ciclo di morte e rinascita associato al grano. Demetra, la Dea della fertilità, non avrebbe lasciato crescere nulla finchè sua figlia non fosse stata liberata dal mondo Sotterraneo.

Per questa ragione fare il pane, specialmente quello di granturno è atto sacro in questo sabbat. Le torte rituali a volte hanno il volto degli Dei. Siate sicuri di invocare il Dio del Grano quando preparate il pane/torta e di infondere le vostre sicurezze all’impasto.

Ma non dimentichiamo che Lughnasad è un sabbat, è un momento di festa. Quando il vostro pane è sfornato e pronto da mangiare, tagliatelo a pezzetti con le dita e mangiatene qualche pezzo, ricordando il Dio nelle vostre preghiere.

Corrispondenze

Simboli
Luna Piena

Dee
Le Dee Madri

Colori
Rosso, Oro, Arancio, Verde

Cibi Tradizionali
Frutti del primo raccolto, Mele, Pane, Bacche, Grano, Patate, prodotti locali. Torte appena sfornate, sidro, nirra, agnello arrosto .

Erbe
Malvarosa, Erica, Prugna selvatica, Grano, Orzo, Acacia, Aloe, Incenso, Mirto, Foglie di Quercia, Girasoli

Incenso
Rosa, Sandalo

Oli
Rosa, Gelsomino, Garofano, Lillà e Gardenia

Cristalli
Corniola, Citrino, Ambra, Tormalina, Avventurina, Peridoto, Sardonite

Dei
Demetra, Persefone, Cerridwen, Faunus, Lugh, Cerere e tutti gli dei che presiedono sull’agricoltura

Candele
Oro, Arancio, Verdi, Marrone chiaro

Decorazioni per l’altare
Grano, Orzo, frutta, pane, bamboline di grano

Intento di Lugh :
Questo è il tempo per insegnare ciò che avete appreso, per dividere i frutti della vostra conoscenza

www.stregadellemele.it

 

Un micio molto speciale

Gatto Sensitivo Avverte Quando La Morte e’ In Arrivo

 
Agi – da 2 ore 46 minuti
 
(AGI) – Chicago, 26 lug. – Un gatto, negli Stati Uniti, sembra avere il potere di percepire la morte. Proprio come un sensitivo, Oscar – questo il nome del micio – e’ in grado di capire quando uno dei pazienti della casa di cura in cui vive, la Steere House Nursing and Rehabilitation Center di Providence, nel Rhode Island, sta per morire. Secondo i medici della casa, Oscar e’ stato trovato accanto al letto di piu’ di 25 pazienti poco prima della loro morte. A raccontare i dettagli di questa storia e’ stata la rivista New England Journal of Medicine. "Il gatto riesce sempre ad apparire nel luogo due ore prima che il paziente muoia", ha spiegato Joan Teno, docente della Brown University. Allevato dalla casa di cura quando ancora era un cucciolo, Oscar controlla spesso i residenti della casa. E quando arriccia il pelo, i medici e il personale della casa di cura capiscono che devono avvisare qualche famiglia. "Non penso che questo sia un gatto sensitivo, ha sottolineato Teno. Credo, invece, che ci sia probabilmente una spiegazione biochimica". Mentre gli animali domestici sono generalmente usati per portare conforto agli anziani che vivono in case di cura, il talento di Oscar e’ ancora piu’ speciale. "Sono cose difficili da studiare. Penso che probabilmente i cani e i gatti possano percepire cose che noi non riusciamo a sentire", ha detto Thomas Graves, esperto di felini e coordinatore del College dell’Universita dell’Illinois. I medici hanno raccontato una delle storie che sembra comprovare il potere di Oscar. Un giorno il gatto prodigio e’ salito sul letto dell’anziana paziente della stanza numero 313. La sua presenza ha allertato il personale della casa di cura. E quando il nipote della paziente ha chiesto il perche’ della presenza del gatto, sua madre gli ha spiegato: "E’ qui per aiutare la nonna ad arrivare in cielo". La paziente e’ morta dopo mezz’ora. ‘ .

 

Il caffé è una droga

Studi recenti confermano che la caffeina, il principio attivo del caffé e di molte bevande energizzanti, è una vera e propria droga. Vi pubblico un articolo preso da Yahoo. Devo dirvi inoltre che, secondo Giuliano di Saras, la pianta del caffé è velenosa… e l’effetto eccitante è dato da una reazione difensiva del nostro organismo… io sono allergica alla caffeina, e quindi non posso bere né caffé né Coca Cola o altre bevande che contengono il principio attivo, ma conosco gente che ne consuma a iosa… e la Coca Cola la si dà pure ai bambini… meditate gente meditate…
 

Tutti pazzi per la caffeina, droga legale

Pensiero Scientifico

di david frati Pensiero Scientifico – da 2 ore 33 minuti

Il consumo di caffè, tè e bevande energetiche è salito alle stelle. Perché la nostra società sembra dipendere così fortemente dalla caffeina? Se lo domanda il settimanale Newsweek in un’inchiesta, che arriva alla conclusione che la caffeina è una droga conveniente e sicura (pare).

Le truppe statunitensi in Iraq consumano 1700 confezioni l’anno di Ranger Coffee, un caffè solubile speciale che contiene una dose doppia di caffeina (una tazza equivale a 6 Diet Coke), ma non occorre essere soldati in guerra per essere drogati di caffeina: le vendite di bevande energetiche come la Red Bull si sono decuplicate dal 2001 a oggi, e ogni mese nuovi prodotti simili invadono il mercato. Prodotti che già contenevano caffeina stanno aumentando le dosi (Pepsi Diet, Jolt, Mountain Dew, ecc.).

Da dove nasce il bisogno di tanta energia che sembra averci posseduto tutti? Il luogo comune vuole che al giorno d’oggi si dorma meno e si lavori di più, ma recenti inchieste hanno rivelato che la quantità media di ore di sonno negli adulti è la stessa dal 1960 e le ore lavorative nell’ultimo mezzo secolo sono addirittura diminuite: e allora?

“Semplice, la caffeina è una droga legale, la più popolare al mondo”, spiega David Schardt, nutrizionista al Center for Science in the Public Interest. “La caffeina altera l’umore, aumenta la concentrazione, aumenta la resistenza fisica, aiuta a sconfiggere le emicranie. Più del 50 per cento dei forti consumatori di caffeina riportano esperienze di crisi d’astinenza quando smettono”.

E, inoltre, si tratta di una droga sostanzialmente sicura: “Non si conoscono effetti collaterali della dipendenza da caffeina”, giura Roland Griffiths, neuroscienziato alla Johns Hopkins School of Medicine. “A meno che uno non ingerisca un’overdose…” Il sito internet Energyfiend.com ha lanciato un contatore di morte per caffeina che sostiene che 44 tazze grandi di caffè siano in grado di mandare l’incauto bevitore all’altro mondo. Prima o poi qualcuno ci proverà, vedrete.

Fonte: Kuchment A. America’s caffeine addiction keeps growing. Newsweek 30/07/2007.

David Frati

Da Yahoo notizie

Charmed – Streghe

Un saluto alla mia Webfriend Kekka… dal cui blog "rubo" questo bellissimo video che lei ha dedicato alla sua nonnina e che io invece dedico al mio Angelo Marco Giovanni… I Miss You, My Sweet Love… ho pianto a vedere il filmato… mi manca Prue… ma ancora di più mi manca lui… ti amo… tu sei parte di me…
 
 
31 luglio: il video era misteriosamente scomparso. Scherzo degli Spiriti? Boh… rimedio finché sono in tempo… e lo reinserisco…
 
 

 

Tutto è Uno, anche i guai…

Ovvero… la Massa Critica a rovescio… ovvero… se la maggior parte della popolazione mondiale si convince che una cosa porta sfortuna, porterà sfortuna sicuramente. Così funziona l’Inconscio Collettivo. Così funziona la Magia. Che ci crediate o no, La Metafisica lo chiama Principio di Mentalismo: la mente crea. Benedizioni luminose 
 

Il Fenomeno del Venerdì 13

13.04.2006 – http://italia.pravda.ru/science/mysteries/226-0

Da tempo immemorabile, il venerdi’ e’ unanimemente riconosciuto come il giorno piu’ sfortunato della settimana, ed il fatto che l’ultimo giorno lavorativo della settimana abbia una tale reputazione non e’ legato, ad esempio, alla crocefissione di Gesu’ Cristo, crimine mostruoso occorso piu’ di 2000 anni fa e che ha cambiato radicalmente la storia dell’umanita’.

Si puo’ pensare che il fatto di considerare il venerdi’ come il giorno piu’ sfortunato della settimana, sia solo una questione di superstizione. Tuttavia, vari esperti di compagnie assicurative assicurano che la maggior parte di catastrofi e tragedie avviene proprio di venerdi’.

E non e’ che siano solo i cristiani a considerare il venerdi’ come un giorno nero. Ad esempio, anche i musulmani la vedono allo stesso modo e la maggior parte della popolazione islamica preferisce non avere niente di importante da fare di venerdi’.

Il numero 13, unanimemente considerato il numero piu’ sfortunato, ad esempio in Russia viene definito "la dozzina del Diavolo", espressione coniata dalla gente gia’ all’epoca sovietica. Tuttavia va detto che ad occidente si preferisce non far ricorso al numero sfortunato nella numerazione di strade ed edifici, e trovare il posto numero 13 su di una aereo o la cabina numero 13 su di una nave, e’ un’impresa ardua.

Se sul calendario il numero 13 cade di venerdi’, allora tale combinazione viene definita "il venerdi’ nero". E purtroppo non e’ solo uno scherzo o una frivola superstizione. I chirurgi, ad esempio, si sforzano di non effettuare serie operazioni di venerdi’, soprattutto quando si tratta del famigerato venerdi’ 13, consci del fatto che i rischi collegati ad un’operazione infelice in questo giorno aumentano del doppio.

La scienza moderna non e’ ancora stata in grado di dare una spiegazione al fenomeno, sebbene praticamente tutti gli scienziati, dottori compresi, ne siano a conoscenza.

Per una serie di personaggi famosi, venerdi’ 13 ha rappresentato veramente un giorno estremamente sfortunato. Ad esempio, il famoso gangster italo-americano Al Capone fu arrestato proprio un venerdi’ 13, mentre il cantante "rap" Tupac Shakur, nonostante sopravvisse a diversi tentativi di omicidio effettuati in precedenza contro la sua persona, venne ucciso a Las Vegas, guarda caso, un venerdi’ 13.

Due anni fa, un’autoscuola tedesca ha pubblicato una statistica relativa agli incienti stradali. L’indagine, effettuata nell’arco di diversi anni, dimostro’ che di venerdi’ 13 la percentuale di incidenti automobilistici aumenta di circa il 60%. Probabilmente proprio per questa ragione i musulmani considerano il venerdi’ il giorno meno augurabile per mettersi in viaggio. La maggior parte delle agenzie turistiche occidentali preferisce attenersi ad una precisa regola: cercare di non far partire i propri turisti di venerdi’.

Ufficiali di polizia sostengono che i piu’ svariati crimini come furti, scassi, rapine ed omicidi avvengano piu’ frequentemente di venerdi’ rispetto agli altri giorni della settimana.

Vale la pena sottolineare che nel famoso romanzo di Defoe, Robinson Crusoe, si supponeva che il famoso aborigeno poi salvato dall’eroe principale del romanzo, fosse stato ucciso e divorato proprio di venerdi’.

Gli Stati Uniti sono conosciuti a livello mondiale come una nazione famosa per le sue contraddizioni. E’cosi’, un gruppo di amici di Philadelphia decisamente sani da un punto di vista psichico, ha deciso di sfidare la superstizione fondando un club ironicamente chiamato "Venerdi’ 13", i cui membri si riunivano solamente in occasione del giorno infausto. La prima volta che si riunirono, dopo una cena coi fiocchi, iniziarono a comportarsi in modo decisamente anormale, frantumando grossi specchi, versando sale tutt’attorno, facendo entrare gatti neri ed eccedendo in tutta un’altra serie di azioni che persone normali avrebbero fatto fatica a capire.

Esperti indipendenti che studiano il fenomeno anomalo, sostengono che l’inconscio umano ha da sempre provato una sensazione di timore nei confronti di determinati giorni, aggiungendo che ad esempio un semplice calendario sia in grado di riflettere il flusso del tempo e di fornire informazioni relative ai cicli di alti punti di intensita’ delle polveri invisibili dell’universo strettamente legate alla Terra. Ogni civilta’ dovrebbe creare un proprio calendario solamente dopo aver compiuto un determinato progresso nell’ambito del proprio sviluppo.

Va riconosciuto che ogni essere umano rappresenta una piccola parte nell’enorme mondo di cio’ che non sappiamo. Attualmente, ci sono troppi altri importanti problemi con i quali sia la societa’ contemporanea che la scienza moderna hanno a che fare. Tuttavia, molti secoli di storia dell’inconscio insegnano a chiunque di restare estremamente cauti nei periodi in cui le polveri invisibili dell’universo raggiungono il loro piu’ alto livello d’intensita’. Esse trasmettono, di regola, un’energia decisamente negativa che e’ definita la causa principale dello succedersi di disastri aerei, decessi, crimini, ecc.

Ci sono troppe storie tristi su chi ha particolarmente sofferto o addirittura perso la vita a causa del famigerato Venerdi’ 13. Tuttavia, va presa in considerazione anche l’altra faccia della medaglia relativa a questo fenomeno misterioso. Alcune persone decisamente intraprendenti guadagnagno notevoli cifre di denaro proprio in occasione dei Venerdi’ 13, proponendo al pubblico film dell’orrore dedicati all’infausto giorno. Il primo film di questo genere fu girato ad Hollywood nel 1980.

Non si dovrebbe nemmeno osare di negare l’esistenza di forze invisibili e misteriose che si celano dietro al fenomeno del cosiddetto "giorno nero", dal momento che non sappiamo assolutamente nulla sulle leggi e la natura di tali forze in grado di provocare una tragedia letteralmente dal niente.

Tradotto da Dmitry Sudakov

© 1999-2006. «PRAVDA.Ru». When reproducing our materials in whole or in part, hyperlink to PRAVDA.Ru should be made. The opinions and views of the authors do not always coincide with the point of view of PRAVDA.Ru’s editors.

 
 

Venerdì 13

Oggi vi rivelerò un segreto non segreto: io sono nata di Venerdì 13. Forse x qualcuno sarà una data normale, ma x noi Streghe no.
Venerdì è il giorno dedicato alla Dea, Venere x i popoli latini e Freya x gli anglosassoni (in inglese Venerdì si dice Friday, ovvero giorno di Freya, Dea del Pantheon Vichingo il cui nome significa “la Signora”). Il numero 13, 7+6, è il Numero delle Streghe x eccellenza… e sotto vi spiegherò il xché secondo le mie Guide. Sto x fare un azzardo… ma sento che è arrivato il momento… vi voglio proporre un paio di brani tratti da messaggi in scrittura medianica. Il Canale sono io. Non vi metterò invece i nomi delle Guide, xché è importante il messaggio, non il messaggero. Vi basti sapere che fanno parte della Grande Fratellanza Bianca che è cmq Uno… infatti loro di solito scrivono “sono (nome della Guida) in rappresentanza della GFB”. La Grande Fratellanza Bianca, spesso chiamata anche Gerarchia Bianca, è formata da Maestri Ascesi, Arcangeli  e un certo numero di Angeli Anziani con compiti speciali. I Maestri sono conosciuti sia con nomi maschili che con nomi femminili, di solito di vite che hanno avuto sulla Terra. Qualcuno è conosciuto anche con più di un nome. Ogni sistema solare ha la sua Gerarchia, o meglio, Fratellanza… ma non vi dirò altro, x oggi. Introduco con un breve articolo sul Venerdì 13 (che in molti paesi è considerato un giorno infausto a causa di alcuni eventi storici sotto specificati) e poi lascio la parola a loro, le Guide.
Benedizioni luminose da Titti Amagda Morgan LeFay

Venerdì 13: simbolismi di una data

Tutto (o quasi) quel che c’è da sapere per affrontare il giorno più malfamato nel calendario della superstizione.

Se il calendario vi ha appena ricordato la fatidica data di oggi, venerdì 13, non c’è davvero motivo di inquietarsi, né più né meno che in qualunque altro giorno della settimana o del mese. A meno che non siate superstiziosi… poiché, a quanto pare, niente porta più sfortuna che l’esserlo.

Sia il venerdì che il 13 come numero in sé trovano da sempre radicate tradizioni, non solo in Occidente, che li considerano come fattori negativi o infausti. Il più evidente simbolismo, almeno per la nostra cultura, si trova nel novero dei commensali dell’Ultima Cena, con il tredicesimo del presenti, Giuda, che si rende traditore di Gesù, il quale proprio di venerdì muore sulla croce.
Sono poi sufficienti poche coincidenze storiche perché la combinazione della data assuma o confermi l’oscura suggestione della propria fama. Per esempio, pare cadesse proprio di venerdì quel 13 di ottobre del 1307 in cui re Filippo il Bello fece arrestare tutti i Templari sul territorio francese, confiscando i loro beni e consegnandoli all’Inquisizione.

Se il numero 12 viene generalmente considerato come rappresentativo di un ciclo concluso (dodici i mesi, dodici i segni zodiacali, e via elencando), il 13 vi aggiunge una sorta di unità perturbante, estranea e complementare a un tempo, così che il tredicesimo elemento si presenta come trasgressione, antitesi o minaccia di un sistema altrimenti ideale.
Secondo un racconto del mito nordico, in una tarda versione apocrifa fortemente influenzata dal Cristianesimo, il malvagio Loki si unisce come tredicesimo convitato a un banchetto divino, e a causa delle sue macchinazioni ha luogo la morte del luminoso dio Balder.
Il 13 ricorre nel calendario delle antiche società matriarcali, basato su un ciclo lunare in 13 mesi di 28 giorni, in contrapposizione all’anno solare della successiva e dominante civiltà maschile. I filosofi greci definivano il 13 un “numero imperfetto”, mentre persino nella tradizione Induista un raduno di 13 persone nello stesso luogo era considerato di cattivo auspicio.
L’usanza di escludere tale cifra dall’uso quotidiano, specialmente diffusa in America, sembra risalire sino al XVII secolo, ignorando il 13 nella numerazione delle stanze d’albergo, dei piani di certi moderni palazzi, dei tavoli nei locali pubblici e in ogni altro utilizzo comune… Esempi che potrebbero proseguire fino all’ossessione, trasformandosi in una vera e propria fobia patologia come la triscaidecafobia, ovvero la paura del numero 13.

Altrettanto antica la fama del dì solitamente indicato come il meno propizio della settimana, celebrato pure in un proverbio che lo indica come il più inadatto, insieme al martedì, per sposarsi, partire, o “dar principio all’arte”.
Se già si è accennato alla Crocifissione, nella tradizione biblica il venerdì è anche il giorno della tentazione di Adamo ed Eva, dell’inizio del Diluvio Universale e della distruzione del Tempio di Salomone. Nella Roma pagana il sesto settimanale rappresentava il giorno delle esecuzioni, come più tardi in Inghilterra per l’impiccagione dei condannati. Nel Nord Europa, il venerdì è il giorno dedicato alla dea Freya (friday in inglese, freitag in tedesco), che se può coincidere nel dies Veneris con la figura di Venere, possiede rispetto alla divinità greco-romana l’ulteriore caratteristica di essere protettrice delle arti magiche, e per estensione del culto delle streghe.

Ulteriore spinta alla contemporanea diffusione di leggende e pregiudizi sulla sventura di questa particolare giornata, tanto da renderla leggenda comune a tutto il mondo, si deve in buona misura al ciclo cinematografico di Venerdì 13, inaugurato dal primo Friday the 13th di Sean S. Cunningham nel 1980, film che ha consacrato la sinistra maschera di Jason Voorhees ad autentica icona del genere horror.

Sicuri dunque di non credere assolutamente in certe cose? Per concludere con una frase del filosofo inglese Francesco Bacone, “c’è una forma di superstizione nell’evitare ogni superstizione”.

Autore: Andrea Bonazzi – Data: 13 maggio 2005 – Fonte: HorrorMagazine.it
E ora, il messaggio (in due parti) sul numero 13. Buona lettura, e fatemi sapere cosa ne pensate. Benedizioni Luminose.
Premessa: il messaggio era il tredicesimo di una serie di contatti fatti come “compito a casa” di un corso di medianità che purtroppo ho dovuto sospendere x mancanza di pecunia. Prima di iniziare a scrivere mettevo un CD di musica con tamburi, ma quella sera faceva i capricci…
così ho dovuto rimandare tutto a più tardi, e quando ho iniziato a scrivere era già passata la mezzanotte (del 13 dicembre 2006).
Cose misteriose accadono quando si ha a che fare con il numero 13. Il 13 è il numero della dea. Tredici sono le Lune. Tredici è sacro a Venere… Tredici per due fa 26, e così siete uniti nel Mistero più grande, quello del Due che diventa Uno. Tutto si compie, il 4 della materia si scinde dentro il 13 che è associato al Tarocco Senza Nome, l’Arcano della Morte e Rinascita. La Tredicesima Runa è EOH, l’Albero del Tasso, guardiano dei Cimiteri per via delle sue bacche velenose… Ma il Tredici è anche il numero delle Streghe… è il numero associato al Tradimento… 12+1… Giuda Iscariota… 13 a tavola porta sfortuna, dice la tradizione popolare… in ricordo dell’Ultima cena… Peccato che non fossero davvero in 13. Ma di questo se ne parlerà un’altra volta. TREDICI è il numero che la Madre Divina ha scelto per la sua apparizione più grande di questo secolo: quella di Fatima.
Senza nulla togliere alle altre, naturalmente, ma Fatima è la più importante, perché è quella il cui messaggio è stato più denso di contenuti. Ghiaie di Bonate naturalmente vi è collegata, ma nonostante la sua grandissima importanza, va considerata un’apparizione minore.
Il messaggio di Fatima è stato male interpretato, travisato, misconosciuto e nascosto. Eppure non tutto è ancora compiuto, non tutto è ancora irrimediabilmente compromesso… e la pubblicazione ufficiale del documento e di tutti gli epistolari con le apparizioni successive gioverebbe enormemente alla causa della pace.
A questo punto, l’Essere di Luce che sta comunicando con me tira una riga e si ferma. Io mentalmente le chiedo spiegazioni, e lei risponde che non posso fare domande, peròmi può rivelare la sua identità, che peraltro avevo già immaginato rileggendo il brano succitato. A voi xò non lo dico chi è… vediamo se qualcuno indovina… dopo avermi dato altre informazioni che non posso qui riportare (e che cmq non c’entrano con il numero tredici), l’Entità mi saluta con questa bella frase seguita dalla sua firma (che naturalmente non riporto, metto al suo posto dei puntini)
Ora lascio la parola alle tue Guide, e ti ringrazio per avermi concesso di comunicare con voi del mondo di sotto. Un grande abbraccio di Luce e che la Benedizione di Nostro Signore e di Nostra Signora ricadano su di te e su tutti i tuoi cari. …………… (membro della Grande Fratellanza Bianca)
L’Entità tira un’altra riga e chiude il contatto. Entra il mio Spirito Guida, che dopo avermi mandato i saluti delle Sorelle Bianche (le Maestre Ascese) e delle Ragazze della Luce, giovani anime che hanno lasciato il corpo in questi anni e di cui conosco i genitori (una di queste ragazze la conoscevo anche personalmente), riprende il discorso sul Numero Tredici.
… e la Madre Divina ti abbraccia e ti benedice. Il 13 è il numero della Donna. Per questo gli uomini ne hanno paura. Come recitate voi Wiccan nel rituale della riapertura del Cerchio, “noi siamo la Gente, noi siamo il Popolo, noi siamo il Cambiamento”. Voi siete Streghe. Il 13 è il Numero del Piccolo Popolo. 4×3+1. I Quattro Elementi, i Tre Stati dell’Essere. Ma il 13 va oltre. Il 13 è il Corpo della Dea. Il 5 rappresenta l’Uomo, 4+1. Il 12 rappresenta il Divino, il Compimento. Il 13 è la Rinascita. Quella cui i Cattolici non credono più. Per questo hanno cancellato e l’Una e l’Altro. Il 13 eappresenta il Ritorno o Ricorrenza per gli umani e la Reincarnazione per i Maestri.
Dopo il Sacrificio dell’Arcano 12, l’Appeso, abbiamo la Rinascita dell’Arcano 13, a cui è stato tolto il nome. Senza nome, appunto, perché gli è stato tolto. E ove è rimasto, si è chiamato Morte. Ma dopo c’è l’Angelo… come può essere Morte il 13 se dopo c’è l’Angelo? L’Androgino? Il 13 porta alla riunificazione delle Polarità… rappresentate appunto dal 14, 1+4=5, L’Essere Umano Galattico… che non è 5 (Uomo) ma 14. Quindi: 12 Sacrificio, 13 Rinascita, 14 Umano Angelico Androgino. Tutto chiaro no? No, non andiamo oltre.
Il messaggio si conclude con i saluti della Guida che mi abbraccia nella Luce. Il giorno 15, venerdì, sono partita x Carpi, dove avevo un seminario di medianità. Potete vedere le foto degli Orbs che sono apparsi alla fine del corso nell’album “Casa dell’Albero”. Buon Weekend e benedizioni luminose a tutti da Titti Amagda Morgan LeFay

Hey You

 Artista: Madonna
Titolo: Hey You
Don’t you give up
It’s not so bad
There’s still a chance for us

Hey You
Just be yourself
Don’t be so shy
There’s reasons why it’s hard

Keep it together
You’ll make it alright
Our celebration is going on tonight
Poets and prophets would envy what we do
This could be good
Hey You

Hey You
Open your heart
It’s not so strange
You’ve got to change this time
Hey You
Remember this
None of it’s real
Including the way you feel

Keep it together
We’ll make it alright
Our celebration is going on tonight
Poets and prophets would envy what we do
This could be good
Hey You

Save your soul little sister
Save your soul little brother
Hey You
Save yourself
Don’t rely on anyone else

First love yourself
Then you can love someone else
If you can change someone else
Then you have saved someone else
But you must
First love yourself
Then you can love someone else
If you can change someone else
Then you have saved someone else
But you must first

Hey You
There on the fence
You’ve got a choice
One day it will make sense
Hey You
First love yourself
Or if you can’t
Try to love someone else

Keep it together
We’ll make it alright
Our celebration is going on tonight
Poets and prophets will envy what we do
This could be good
Hey You

First love yourself
Then you can love someone else
If you can change someone else
Then you have saved someone else
But you must
First love yourself
Then you can love someone else
If you can change someone else
Then you have saved someone else
But you must first

Traduzione di Hey You

 

Voci precedenti più vecchie