Storia o leggenda?

 


Un Cerbiatto "Avvistato" Piu’ Volte Nel Centro Di Bergamo

 

(AGI) – Bergamo, 4 giu. – C’e’ un cerbiatto che si aggira per il centro di Bergamo. Sembra una cosa a meta’ fra la leggenda metropolitana e una storia di fantasmi, ma negli ultimi giorni si sono verificati numerosi avvistamenti del cerbiatto in diversi punti della citta’, mentre i tentativi di recupero sono andati a vuoto. L’ultimo avvistamento e’ di ieri pomeriggio, quando un passante ha visto l’animale aggirarsi nel tratto di torrente Morla che scorre nei pressi dello stadio. Sul posto sono intervenute una pattuglia della Polizia locale e una squadra di Vigili del fuoco, che hanno tentato il recupero dell’animale sotto gli occhi di numerosi passanti. Due vigili del fuoco, muniti di scala, stivali, imbracatura ed elmetto si sono calati nel torrente, che in quel punto finisce in un canale sotto la strada e armati di reti hanno tentato di catturare il cerbiatto. Che pero’ e’ scappato in un condotto laterale troppo basso per i operatori. Ora si e’ in attesa del prossimo avvistamento per cercare di portarlo in salvo prima che gli succeda qualcosa. –

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Frank
    Giu 11, 2007 @ 22:12:51

    E\’ proprio vero, le città oramai attraggono proprio tutti..Restando in tema, nel mese di marzo qui in veneto c\’era un gran vociare riguardo una pantera nera che, beota, si aggirava nei pressi dei Colli Euganei.

    "L’esemplare
    sarebbe stato visto aggirarsi sul monte delle Are, fra Torreglia e
    Teolo. Il felino, lungo circa un metro e alto 60 centimetri, sarebbe
    fuggito alla vista di due vigili del fuoco fuori servizio che stavano
    facendo una passeggiata. Sulle sue tracce si sono messi carabinieri,
    polizia locale e protezione civile ma finora, della pantera, non ci
    sono tracce".

    Dunque, si parlò di strage di cinghiali che nella zona abbondano, si parlò pure di ciclisti, residenti e passanti occasionali che incapparono nella ferocissima belva, si parlò di tenere pecorelle sbranate dal vorace e perfido felino.. si parlò infine di un bicchiere di lambrusco di troppo..si parlò forse un pò troppo e si ottenne una discreta psicosi (bastava l\’improvvisa apparizione di un grosso gatto nero impegnato a cacciare qualche roditore per mettere in fuga una comitiva) e ancora oggi non si è avuto alcun riscontro della veridicità delle prime testimonianze.Ti ringrazio per esser passata e per il simpatico commento,cara bergafemmina, sperando di rivederti presto nel mio blog ti auguro nel frattempo i miei migliori auguri 8)

    Rispondi

  2. Patrizia M
    Giu 13, 2007 @ 07:44:24

    Gli animali si aggirano nei luoghi abitati o in cerca di cibo, o perchè troppo giovani si sono persi o magari per incuria delle persone che prima prendono bestiole anche feroci e poi se ne liberano quando diventano ingombranti. Spero tanto che al cerbiatto non succeda nulla di male e che possa scorrazzare libero nella natura, se però questo costituisce un rischio meglio che venga preso e portato in un luogo più consono alla sua vita.
    Un saluto da Patty

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: