Voglio andare via…

Artista: Pooh
Album: Pinocchio
Titolo: Voglio Andare Via

"… ormai sono sei mesi che vivono nel Paese dei Balocchi, nessuno sa più niente di loro, e anche star sempre lì a giocare non è più così divertente come sembrava all’inizio, ma tutto è così inutile e stupido e Pinocchio non ne può più! È stanco di far niente e sente la nostalgia di casa, di Geppetto, di chi gli vuole bene e vorrebbe poter lasciare tutto e andare via…"

Voglio andare via da questa vita vuota,
ho bisogno anch’io di tenerezza
e un posto caldo con un cuore innamorato davvero,
sentirlo battere vicino a me.
Voglio andare via da questa vita vuota,
ritrovare il filo che ho perduto,
e quella donna che da sempre avrei voluto con me,
chissà perché non gliel’ho detto mai?
Ma perché…

Io cambierò,
ci riuscirò
a ritrovare la strada ad inventarmi la vita, sì
oh sì, sì che si può
cambiare quello che è stato e cancellare il passato
Lo so, si può
ritornare indietro.

Voglio andare via da questa vita vuota,
prendere per mano i miei domani,
e risvegliarmi in una casa che non sia solo mia,
rincorrere la mia felicità.
Lo farò…

Io cambierò
ci riuscirò
a dare retta più al cuore, a rispettare l’amore, sì,
oh sì, sì che si può
puntare dritto alle stelle col passato alle spalle.
Lo so, lo so
è colpa mia, ma può solo Dio cambiare la mia storia.
Perché, perché
s’impara a vivere quando la vita via.
Cercavo la mia libertà
senza mai capire dov’era
e mi buttavo via.

Si, ci riuscirò
a ritrovare la strada, a riinventarmi la vita, sì
oh sì, sì che si può
cambiare quello che è stato e cancellare il passato.
…..Sì
io pregherò
che questo nuovo futuro mi assomigli davvero.
Sì, sì che si può
portare il tempo per mano e trasformare il destino.
Saprò cambiare io,

ritornare indietro…
(cambiare)
cambiare io…
ritornare indietro

Senza musica e senza parole

Artista: Pooh
Album: Musica Dentro
Titolo: Senza Musica E Senza Parole

E mi ricordo che stavamo bene
e bene riempivamo i nostri giorni
ma i giorni messi in fila fanno tempo
e il tempo fa cambiare.
Cambiare che neppure lo sappiamo
e non sappiamo come va a finire
e va a finire che poi ci perdiamo
che ci perdiamo tutto, proprio tutto.
E tutto ci fa voglia di cercare cercare
tra la gente e in mille strade
le strade che ci portano lontano
lontano ma da soli.
E soli non fa bene e non è giusto
e non è giusto smettere di amare
amare che ci complica la vita
ma è vita da inseguire.
Siamo una storia che si può cantare,
senza la musica e senza parole;
una canzone che dice piano
che siamo come siamo.
Dormiamo con la testa nel futuro,
futuro che spaventa i nostri giorni,
i giorni di fatica e di fortuna,
fortuna da sperare.
Sperare di imparare a stare al mondo
nel mondo meridione delle stelle,
le stelle che ci insegnano la strada,
la strada per tornare.
Siamo una storia che si può cantare,
senza la musica e senza parole;
una canzone che dice piano
che siamo come siamo.

Dedicata al mio Angelo

Artista: Michele Zarrillo
Album: L’Amore Vuole Amore
Titolo: Ragazza D’Argento

Invoco le stelle con gli occhi lassù
Ma tutto è fuggito via nel fiume di noi
Il mio desiderio l’immagine tua
La dolce compagnia che un tempo fiorì

Seduto in mezzo alla notte implorarti vorrei
Disegno a terra il tuo nome nel chiarore di te
Ci ameremo per sempre anche dopo di noi

Ragazza d’argento di te m’ispirai
Ma sempre viviamo noi per poi dirci addio
A chi se non alla notte abbracciarmi dovrei
Amore del mio pensiero tu sei dove non sei
Ci ameremo per sempre anche dopo di noi

Ti vorrei… ti vorrei… ma il mattino allagherà questi occhi miei
Dove sei senza me dolce armonia… stringimi a te

Seduto in mezzo alla notte quanta natura che c’è
A ricordarmi l’amore adolescente su me
Ci ameremo per sempre anche dopo di noi
Il tuo corpo è pensiero anche dopo di noi… di noi

Una favola metropolitana… dal blog di Valentina

Una favola sugli Angeli! Metto il link e non il racconto, così poi date anche un’occhiata al resto del suo blog, che merita davvero…
http://spaces.msn.com/members/vallyz2000valentina/Blog/cns!1pOo0Gn-ONkrtTwnLb5QI4PQ!334.entry

Alle Fate piace giocare… e anche alla Dea ^__^

Crea le tue dolls! Clicca sul link…

X chi legge l’inglese

Questo è l’inizio di un articolo interessantissimo sulla Luna, in un sito di Astrologia Spirituale. Sotto vi metterò anche la traduzione di questo pezzettino, x chi non è in grado di tradurlo da sé… mi riprometto di tradurre prima o poi l’intero articolo, cmq, xché è davvero interessante. Aspetto i commenti.

10/2/2005

The Moon – Luminary of the Night Sky

Filed under:

— site admin @ 9:15 pm

Ah, the moon, the mysterious moon. Lady of the Night, Nanna, Astarte, Hecete, Luna, Chandra, Demeter and Persephone, Mother Nature: she is Changing Woman. She is child, maiden, matron and crone. Even to a woman with deep understanding of the feminine, the moon remains a mystery.

(continua)

Questo è il link: http://www.paulreeder.com/index.php?p=20#more-20

e questa è la traduzione del pezzettino sopra:

La Luna – Luminare del Cielo Notturno

Ah, la luna, la misteriosa luna. Signora della Notte, Inanna, Astarte, Ecate, Luna, Selene (ndT), Chandra, Demetra e Persefone, Madre Natura: lei è la Donna Mutevole. Lei è bimba, fanciulla, madre e anziana. La luna rimane un mistero persino a una donna con una profonda conoscenza della femminilità.

Grande Dea

Facendo ordine nella posta Yahoo, ho trovato questa poesia…

http://www.teatrosciamanico.com/grandedea.htm
Testi scritti, cantati e recitati da Netra Noyes (N.N.) –
Musiche composte e suonate da Franz Candura


GRANDE DEA

A volte mi perdo fra i fumi dell’incenso
A volte sento il tuo odore e mi pretende

Grande Dea
Cibele, Iside, Gea, Ishtar, Dakini

A volte, dormendo, divento il sogno degli angeli
A volte nel tuo respiro sento la musica

Grande Dea
Cibele, Iside, Gea, Ishtar, Dakini

A volte vedo e sento i segni del destino
E mi accorgo che c’è nessuno a interpretarli

Grande Dea
Cibele, Iside, Gea, Ishtar, Dakini

La Luna, mi attende, attende, attende…
La Luna, mi fa nascere, nascere, nascere…
La Luna, mi fa morire, morire, morire…
La luna… esiste
Io …
…non so

Voci precedenti più vecchie